Nel mondo odierno di possibilità e opzioni, sta diventando sempre più difficile per una persona vedere se stessa nel suo insieme, meno divisa e non persa in un gran numero di teorie e sistemi di conoscenza. Uno stile di vita integrato offre di guardare una persona a tutti i livelli e osservare come i processi sono interconnessi. Uno dei praticanti e creatori di questo approccio è Ken Wilber. Nel suo lavoro e nella sua vita in generale, mostra come i diversi sistemi di conoscenza possono interagire e come aiuta meglio a conoscere te stesso e la tua salute.

Il ragazzo che non aveva posto

Ken Wilber è uno dei fondatori di uno stile di vita integrato. Era nato a Oklahoma City, negli Stati Uniti, da una famiglia militare che spesso doveva trasferirsi. Tornato a scuola (di cui ne ha cambiati quattro), il ragazzo ha mostrato eccezionali capacità intellettuali, ha una logica eccellente e ha preso tutto al volo. Nonostante la sua posizione di leader nella classe, dove ha persino ottenuto il soprannome di "Cervello", ha cercato di bilanciare tra i suoi talenti e il desiderio di inserirsi nel cerchio dei suoi coetanei. Successivamente, ha iniziato a partecipare a vari circoli e sezioni. Una volta all'università, Wilber perse interesse nella ricerca di una carriera scientifica e si concentrò sulla lettura di libri. Era interessato alla psicologia, alla filosofia dell'Est e dell'Ovest. In seguito ha iniziato a studiare biochimica in Nebraska e ha persino ricevuto una borsa di studio per la ricerca post-laurea, ma ancora una volta non ha seguito questo percorso. Wilber si concentrò sulla scrittura e all'età di 23 anni pubblicò il suo primo libro, The Spectrum of Consciousness. In esso, ha abilmente combinato diversi sistemi di conoscenza in un unico insieme, mostrando la connessione tra loro e allo stesso tempo, andando oltre ogni restrizione.

A quel tempo, ha lavorato attivamente allo sviluppo di approcci integrati, pubblicato la rivista "ReVision" e fondato l'Istituto Integrale. Ha sviluppato un approccio integrato a varie sfere della vita - politica, cultura, spiritualità, medicina e ha dimostrato che nulla al mondo esiste in isolamento da altri processi e fenomeni. Ha scritto più di 30 libri su spiritualità e scienza, che sono stati tradotti in 30 lingue. Ha sviluppato un approccio così unico che è stata una vera svolta per migliaia di persone. Il suo approccio ha attraversato quasi tutte le discipline umanistiche e le sfere della vita, tenendo conto dei sistemi di conoscenza e delle esperienze mistiche dell'umanità in tempi diversi. Ken Wilber viene spesso definito "Einstein della coscienza umana", e a sua volta preferisce vivere nella natura e non ammirare troppo la propria persona.

Nel tempo, Wilber ha sviluppato un sistema integrato unico che affronta varie aree della vita umana, ma soprattutto la nostra salute. Si rese conto che nulla in natura accade per caso, che i processi sono interconnessi. La stessa cosa succede con gli umani. Il suo metodo copriva un'analisi olistica di una persona, non solo i sintomi della sua cosiddetta "malattia fisica".

Cos'è la salute integrata?

L'uomo durante la sua vita attraversa varie fasi dell'evoluzione della propria coscienza - dall'egocentrico all'integrale (globale). All'inizio si preoccupa solo di se stessa e non vede connessioni con altre persone e processi nella società, quindi inizia a vedere più ampiamente.

La medicina tradizionale (ortodossa), a cui la maggior parte delle persone è abituata, in realtà funziona solo con il corpo fisico e utilizza metodi chirurgici e medici. Crede nelle cause fisiche delle malattie fisiche ed è per questo che utilizza principalmente metodi fisici di intervento medico. L'approccio integrato invece considera l'insuccesso fisico nel corpo come un sistema di vari fattori: morali, sociali e così via. Il compito della medicina integrata non è quello di trattare i sintomi e, in linea di principio, di non trattare affatto, ma di ristabilire l'equilibrio a tutti i livelli e vedere la causa dello squilibrio.

Le tecniche integrali iniziano con la definizione stessa di salute. Non definiscono la salute come assenza di malattia e non credono che il trattamento fornisca una soluzione definitiva al problema. La salute è definita in modo molto più profondo e più ampio, come un equilibrio, come un sistema di connessioni, dove non solo il corpo è importante, ma anche aspetti morali, sociali e di altro tipo. Wilber scrive:

"Se hai una malattia pericolosa per la vita che può essere curata e la tua assicurazione sanitaria è l'unica fonte di finanziamento per le cure e non copre i costi necessari, allora morirai ... Diciamo: 'È stato ucciso da un virus.' Ma il virus è solo una parte del motivo. Nel mondo reale, il virus può essere al centro dell'attenzione, ma senza un sistema sociale in grado di fornire cure, morirai. Questo non è un problema separato: è un aspetto centrale del problema. "

Possiamo applicare la migliore conoscenza dell'umanità di epoche e culture diverse per sfruttare il nostro potenziale e aiutarci al massimo. Questo è simile a un telefono in cui utilizziamo solo un numero limitato di funzioni, sebbene il dispositivo stesso abbia molte più funzioni.

Wilber ha identificato i principali fattori in tutti i sistemi di conoscenza disponibili per l'umanità (ricorda che era un prodigio fin dall'infanzia): settori, livelli, linee, stati e tipi.

Io, te, esso e loro

Indipendentemente da ciò che una persona sta facendo: ecologia o politica, arte o insegnamento, un approccio integrato garantisce che utilizza l'intera gamma delle sue opportunità. Wilber si rese conto che tutti gli aspetti dell'esperienza umana possono essere divisi in interni ed esterni, oltre che collettivi e individuali.

Se lo rappresentiamo sotto forma di 4 settori (vedi figura sopra), allora settore in alto a sinistra descrive "io" - questo è il nostro mondo interiore. Conoscenza di te, dei tuoi pensieri, emozioni, stati d'animo. È proprio quello che sappiamo di noi stessi finché non lo diciamo agli altri. Questo settore è anche responsabile per la bellezza o l'arte.

Quando vogliamo trovare una comprensione reciproca, "io" e "tu" diventiamo "noi", è responsabile settore in basso a sinistra. Questo è un settore della nostra cultura e tradizioni comuni. E nel processo di interazione dell '"io" con "te" c'è sempre l'accettazione e la comprensione dell'altro come se stessi. Il settore è anche responsabile del bene o della moralità.

Settore in alto a destra riguarda i processi attorno al concetto di "It", cioè ciò che può essere percepito dai sensi o con l'aiuto di dispositivi tecnici. Ciò include le scienze naturali, le neuroscienze e così via.

Settore in basso a destra responsabile del campo di "Loro" - un sistema di comunicazione sociale, ambientale, economico, include anche le scienze sociali, l'antropologia. La cosa più importante in questo settore è l'interazione tra sistemi e individuo.

Livelli di sviluppo della coscienza

Conoscenze diverse nella storia umana hanno determinato un numero diverso di stadi di sviluppo. Nello yoga - 7 livelli, nell'antropologia - 5 livelli (arcaico, magico, mitico, razionale e integrale). Nel sistema integrato determinare le 3 fasi principali dello sviluppo: Corpo, Mente e Spirito.

Il primo livello è il corpo. In questa fase, ci relazioniamo al corpo e ai suoi istinti. Le azioni umane sono mirate alla sopravvivenza, nessuna analisi. Questo livello corrisponde all'io "I" e allo stadio egocentrico.

Il secondo livello è la Mente. La nostra coscienza inizia a tenere conto delle relazioni con altre persone, possiamo metterci al posto di un'altra, scegliere una gamma di interessi o valori. La cura si estende già non solo a se stesso ma anche agli altri. Cioè "noi" e lo stadio etnocentrico (l'etnocentrismo è la visione del mondo in cui una persona si identifica con la sua componente etnica).

Tradizioni culturali, approcci nazionali sono un esempio ideale per una persona simile. Spesso altre culture e visioni del mondo sono percepite come "non nostre", "straniere", "non tradizionali per noi", "innaturali". Al contrario, i ruoli e gli approcci del proprio gruppo etnico sono percepiti come corretti e accurati.

Il terzo livello è lo Spirito. Questo è lo stadio di espansione della coscienza, una persona passa da "noi" a "tutti noi", percepisce la vita in modo centralizzato a livello mondiale e quindi perde alcune delle divisioni. In questa fase, c'è anche una consapevolezza della spiritualità e del percorso spirituale, nonché dei valori universali. L'uomo ammette che diverse esperienze nel mondo hanno il loro diritto di esistere, modi di vita insoliti, tradizioni. I progetti culturali sono piuttosto un'estensione e una conoscenza della diversità del mondo e non sono qualcosa di "ostile".

C'è anche un quarto livello - integrale. A questo livello, una persona può comunicare con una varietà di gruppi e tipi di coscienza. Spesso a questo livello sono leader spirituali che, attraverso le loro vite e il loro ministero, portano l'idea di unire le persone, non di dividerle. Tra i contemporanei a questo livello c'è il Dalai Lama XIV e altri.

Perché sorgono conflitti di livello?

La maggiore difficoltà nella fase di sviluppo della coscienza è che livelli diversi spesso si contraddicono a vicenda. Una persona che, ad esempio, si preoccupa solo dei propri interessi, conforto e provvede al suo piccolo mondo non può comprendere appieno una persona dal livello etnocentrico. Ma, a sua volta, potrebbe essere troppo attaccata al suo paese o a una certa comunità e non percepire una persona con una percezione della vita centrata sul mondo. Ecco perché qualcuno capisce la propria identità a livello di etnia e qualcuno non è più rilevante e queste persone spesso interagiscono in una società. Con il graduale sviluppo dell'uomo è in grado di superare tutti i livelli di coscienza e avvicinarsi all'integrale. Inoltre, il mondo moderno è così globalizzato che le connessioni tra persone, processi e interi grandi gruppi stanno diventando sempre più evidenti. E i problemi della situazione ecologica sulla Terra si applicano ugualmente a tutti, sia residenti di un piccolo villaggio cinese che impiegati di Wall Street.

Saldo

In generale, un approccio integrato alla vita cerca e pratica l'equilibrio, apre il vero potenziale di una persona e nel caso della medicina non solo tratta i sintomi, ma mostra anche la vera causa della malattia a tutti i livelli. Anche in questo approccio, l'uomo non è un essere passivo che galleggia sulla corrente ed è soggetto alle circostanze, ma è responsabile della sua vita e salute, nonché di ciò che lo circonda. Come diceva un saggio, l'uomo diventa responsabile della sua presenza non accidentale sulla terra.

Ken Wilber ha dato l'esempio per tutta la sua vita e condivide le sue scoperte con il mondo. Nel caso della medicina integrata, dobbiamo considerare non solo fattori fisici ma anche economici, sociali, culturali e di altro tipo.

il testo: Katerina Gladka
collages: Victoria Mayorova

Materiali simili

Materiali popolari

Sei salito versione beta sito web rytmy.media. Ciò significa che il sito è in fase di sviluppo e test. Questo ci aiuterà a identificare il numero massimo di errori e inconvenienti sul sito e rendere il sito conveniente, efficace e bello per te in futuro. Se qualcosa non funziona per te o vuoi migliorare qualcosa nella funzionalità del sito, contattaci in qualsiasi modo conveniente per te.
BETA