Immagina come è finita la quarantena, vai in spiaggia, il caldo sole splende, il tuo corpo è piacevolmente caldo, sorridi. Esternamente, tutto sembra così facile, ma sai che lavoro serio sta succedendo nel tuo corpo in questo momento? Il corpo umano è una piccola ma potente pianta chimica, dove qualcosa viene costantemente sintetizzato, prodotto, neutralizzato o escreto. È così facile quando cammini, il tuo corpo sintetizza la vitamina D. Lo stesso che ogni bambino riceve prima dopo la nascita, lo stesso che per oltre 40 anni, i pediatri di tutto il mondo prescrivono ai bambini, quello che molti ricordano come il gusto del pesce grasso durante l'infanzia. Perché hai bisogno della vitamina D e perché è responsabile della felicità?

1 Non una vitamina, ma un preormone

Vitamina D - vitamina liposolubile, che è chiamata una vitamina solo in via condizionale perché può essere ottenuta esternamente con cibo o integratori. In realtà, è un ormone, o piuttosto un precursore dell'ormone. Ciò significa che è sintetizzato in un ormone direttamente nel corpo umano. Il processo si svolge nel fegato e nei reni mentre siamo all'aperto sotto l'influenza dei raggi ultravioletti.

2 Come ottenere la vitamina D?
  • La sintesi di vitamina, cioè il preormone D, avviene al sole. Quindi, essere più all'aria aperta è il primo modo per ottenerlo.
  • Alcuni alimenti contengono anche questa vitamina.
  • Integratori vitaminici
3 Quali forme di vitamina D ci sono?

La vitamina D può essere in due forme:

  • D3 o colecalciferolo. Questa è una forma naturale di vitamina D, che il corpo sintetizza quando il sole colpisce la pelle. Come risultato della sintesi di composti nel fegato e poi nei reni, ha luogo la sintesi dell'ormone calcitriolo. L'ormone controlla la concentrazione di calcio nel sangue e regola anche il sistema immunitario.
    Ogni cellula del corpo ha recettori per la vitamina D. Questi recettori influenzano molti processi del corpo.
  • D2 (calciferolo). Secondo alcuni studi, questa forma di vitamina D è efficace quanto la D3. Ma gli scienziati non lo considerano naturale, quindi è meglio usare ancora D3.

I livelli di vitamina D sono inoltre generalmente monitorati da un esame del sangue per la forma D3. È meglio prendere la monoterapia con vitamina D3 che in combinazione con altre vitamine.

4 Funzioni della vitamina D nel corpo:
  • garantisce la salute di ossa e denti, favorisce la rigenerazione ossea dopo lesioni, regola l'assorbimento del calcio;
  • supporta il sistema immunitario e nervoso, la funzione cerebrale;
  • regola i livelli di insulina, aiuta a gestire il corpo nel diabete;
  • supporta la funzione polmonare e il sistema cardiovascolare;
  • colpisce i geni coinvolti nello sviluppo del cancro;
  • riduce il rischio di raffreddori.
5 Fonti di vitamina D negli alimenti:

Forse hai avuto anche olio di pesce da bambino? È stato somministrato a tutti i bambini sin dalla tenera età come fonte di vitamina D. Oggi, la scelta di prodotti con vitamina D si è notevolmente ampliata. I vegetariani possono trovare abbastanza di questo prezioso ingrediente nelle alghe, per esempio. Si ritiene che per ottenere la dose giornaliera necessaria di vitamina D, sia necessario mangiare molto, ma ci sono buone notizie:

Una persona ha bisogno di mangiare solo con il 10% della norma, il resto del corpo produce in modo indipendente. In altre parole, se trascorri abbastanza tempo all'aperto e mangi abbastanza alimenti che contengono vitamina D, ne avrai abbastanza.

6 Dosi giornaliere raccomandate:

In diversi paesi, la quantità di luce solare varia durante l'anno. Dipende da come si trova il paese rispetto all'equatore. I paesi soleggiati con climi caldi hanno più sole durante l'anno (Spagna) e meno freddo (come nei paesi scandinavi). Ecco perché le dosi giornaliere raccomandate di vitamina D possono variare.

Le dosi minime di vitamina D fissate come standard mondiale:

Le dosi di vitamina D sono determinate in μg (microgrammi) o in unità internazionali (UI) - unità internazionali (UI). 1 μg = 40 UI.
> A seconda dell'età, si raccomandano dosi giornaliere:
> Neonato (0-12 mesi): 400 UI (10 mcg)
> Bambini (1-18 anni): 600 UI (15 mcg)
> Adulti sotto i 70 anni: 600 UI (15 mcg)
> Adulti oltre i 70 anni: 800 UI (20 mcg)
> Donne in gravidanza e in allattamento: 600 UI (15 mcg)

Per coloro che vivono in paesi dove c'è poco sole durante l'anno (paesi scandinavi), si consiglia di prendere 1000 UI invece di 600 UI per gli adulti. Nelle regioni soleggiate (Spagna o Italia) la norma è di 600 UI. Può anche essere aumentato a 1000 UI nella stagione fredda, quando il sole è basso.

Per il nostro paese, dove è abbastanza soleggiato nella stagione calda, questi standard sono sufficienti. Questa quantità di vitamina D può essere assunta in aggiunta in autunno e in inverno, e in primavera e in estate solo più spesso per stare all'aria aperta.

Di recente, le dosi giornaliere raccomandate sono state aumentate, ma la questione della fattibilità di un tale aumento nell'uso è piuttosto controversa. Non esiste un punto di vista inequivocabile tra scienziati e medici sulla razionalità e l'efficacia dimostrata di tale aumento.

Si consiglia di assumere preparati di vitamina D in autunno e in inverno (da novembre ad aprile per l'Ucraina) a causa della piccola quantità di sole. Per le persone che non sono abbastanza al sole o vivono in regioni dove ci sono pochi giorni di sole, le dosi consigliate sono più alte: da 1000 a 4000 UI. Inoltre, dovrebbero essere assunte più vitamine da coloro che hanno già un deficit, sovrappeso o fratture. Alle donne in postmenopausa si consiglia di aumentare la dose per mantenere la forza ossea e prevenire l'osteoporosi.

7 Come ottenere la vitamina D mentre si è all'aperto

La vitamina D può essere ottenuta all'aperto. Per una pelle chiara, 15 minuti per la strada in abiti a maniche corte sono sufficienti per ottenere una dose giornaliera. La pelle scura deve rimanere all'aperto più a lungo. Più scura è la pelle, più è necessario essere all'aperto (può essere di 2 ore). Certo, nella stagione fredda, quando non siamo in abiti aperti per strada, la vitamina D non è sufficiente. In inverno, è importante mangiare più alimenti che contengono vitamina D o usarlo nei farmaci (preferibilmente in monoterapia con vitamina D).

Avvertimento:

se usi la protezione solare (più di SPF 30) in qualsiasi momento all'aperto, la vitamina D non viene prodotta abbastanza. Questo è il motivo per cui puoi avere un deficit, anche quando sei all'aperto in estate. Per questo motivo, è meglio usare la protezione solare se necessario, più spesso per fare una passeggiata senza crema, ma, ovviamente, non alla luce diretta del sole.

8 Disavanzo

La carenza di vitamina D è un fenomeno mondiale e quasi 1 miliardo di persone oggi sono carenti di questa vitamina.

Fattori di rischio che possono portare a carenza di vitamina D:

  • vecchiaia;
  • sovrappeso;
  • nutrizione irrazionale (mancanza di latticini e pesce nella dieta);
  • vivere in regioni dove c'è poco sole;
  • soggiorno insufficiente per strada;
  • uso frequente o costante della protezione solare.

È importante sottolineare che:

Molte persone non sono consapevoli della loro carenza di vitamina D perché i sintomi della carenza non compaiono immediatamente e sono comuni ad altre condizioni (come l'anemia).

Sintomi della carenza di vitamina D:

  • raffreddori frequenti: raffreddori o SARS più di 4 volte l'anno;
  • sentirsi stanchi - costanti o frequenti, a metà giornata, mal di testa;
  • mal di schiena e dolori articolari;
  • stati depressivi;
  • lenta guarigione delle ferite o recupero dopo l'intervento chirurgico
  • Fragilità ossea - Con l'età, le ossa, specialmente nelle donne, diventano deboli e fragili a causa della carenza di vitamina D e, di conseguenza, del cattivo assorbimento del calcio. La vitamina D aiuta anche le ossa dei bambini a svilupparsi normalmente
  • la perdita di capelli;
  • dolore muscolare.

Se la carenza di vitamina D persiste per lungo tempo, possono verificarsi complicazioni come disturbi cardiovascolari, rischio di processi autoimmuni, malattie neurologiche, infezioni, complicanze della gravidanza e parto prematuro, possono verificarsi alcuni tipi di tumore (seno, prostata, intestino).

9 A cosa serve la felicità?

Gli studi dimostrano che le persone con bassi livelli di vitamina D sono più inclini e hanno maggiori probabilità di essere in sovrappeso. È anche noto che questa vitamina aiuta a regolare il livello di adrenalina, noradrenalina e dopamina (dopamina) nel cervello (commento: adrenalina e noradrenalina sono responsabili della risposta allo stress, dopamina (dopamina) - un ormone che provoca sentimenti di gioia, felicità, passione, amore; influenza la concentrazione e l'attenzione). La vitamina D influenza anche il livello di serotonina, l'ormone della felicità. La mancanza di questo preormone provoca una diminuzione dei livelli di serotonina e, di conseguenza, provoca depressione.

Quindi, il consiglio principale della stagione: sii felice, cerca di uscire all'aria aperta e controlla il livello di vitamina D.

il testo: Natalia Zakharova
collages: Victoria Mayorova

Materiali popolari

Sei salito versione beta sito web rytmy.media. Ciò significa che il sito è in fase di sviluppo e test. Questo ci aiuterà a identificare il numero massimo di errori e inconvenienti sul sito e rendere il sito conveniente, efficace e bello per te in futuro. Se qualcosa non funziona per te o vuoi migliorare qualcosa nella funzionalità del sito, contattaci in qualsiasi modo conveniente per te.
BETA