Comprendere la malattia in Ayurveda differisce significativamente dai concetti della medicina moderna. Sebbene l'Ayurveda riconosca gli effetti patogeni (cioè patogeni) di virus e batteri, nega la capacità di quest'ultimo di causare la malattia da solo. Nel corpo e nell'ambiente vive un numero enorme di microrganismi, che la medicina considera la fonte della malattia. Perché una persona è esposta a questi fattori e un'altra rimane sana? Quali fattori non ovvi sono coinvolti nello sviluppo delle malattie?

skopincev
Dmitry Skopintsev

neurologo, medico di famiglia, medico di Ayurveda, fitoterapista, fondatore e capo medico della clinica ayurvedica Salendula (Ungheria)

Esistono molti metodi che uccidono efficacemente i patogeni. Tuttavia, in molti casi (ad es. Infezioni urogenitali, tubercolosi), la malattia ritorna spesso dopo alcuni anni. Le terapie antibatteriche e antivirali funzionano solo per un breve periodo. Non eliminano la debolezza e la predisposizione a una particolare malattia, che porta al suo ritorno. Ciò mostra l'incompletezza di una visione esclusivamente allopatica (metodo terapeutico basato sull'uso di agenti farmacologici che causano reazioni nel corpo, opposto ai sintomi della malattia esistente) vista sull'origine della malattia. Per stabilire la vera causa della malattia, dobbiamo rivolgere lo sguardo oltre i fattori fisici.

Non siamo solo e non tanto il corpo. Anche la malattia non è solo e non tanto un fenomeno fisico. Dal punto di vista ayurvedico, una persona vivente è composta da quattro aspetti: anima, mente, sentimenti e corpo. Tutti e quattro gli aspetti sono coinvolti nella costruzione della salute e della felicità. E tutti contribuiscono alla malattia. L'Ayurveda afferma che la mente è un fattore chiave per mantenere la vitalità di ogni aspetto e mantenere la sua connessione con l'integrità della vita. È lo stato d'animo che determina la forza e la debolezza del corpo, la sua resistenza o suscettibilità agli agenti patogeni.

Tre cause dell'Ayurveda


Prajna aparadha: errori dell'intelletto (uso improprio dell'intelletto).
Asatmya indriyadha samyog è l'uso improprio dei sensi.
Parinam - l'impatto dei cambiamenti stagionali / climatici.

L'Ayurveda considera l'errore dell'intelletto (abuso dell'intelletto) come la più importante di tutte e tre le cause della malattia.

L'errore più grave dell'intelletto è la sua autoidentificazione solo con parti della conoscenza e con singoli oggetti, e non con l'integrità infinita che è la sua vera natura.

Cioè, tendiamo a identificarci con limitazioni piuttosto che con un potenziale illimitato. Questo è un fattore di stress, perché forma l'atteggiamento sbagliato nei confronti della vita. Molte persone fanno le loro scelte inconsciamente. I modelli comportamentali e i sistemi di credenze che sono familiari alla nostra cultura e instillati dall'educazione dimostrano e rafforzano la perdita della connessione naturale e stretta tra l'intelligenza e la fonte della Conoscenza pura (chiara e comprensibile).

Il primo motivo: l'abuso di intelligenza
(Prajna aparadha)

formato in tenera età, dipende e debole in parallelo con l'indebolimento delle nostre menti di chiarezza, innocenza e gioia (in Ayurveda è chiamato la componente sattvica). E con l'indebolimento di questa chiarezza (sattva) perdiamo la capacità di distinguere. Non appena ciò accade, il nostro intelletto inizia a fare vari errori. Tra questi: la scelta del cibo e del comportamento, che contraddice il naturale equilibrio dei dosha nel corpo e i principi degli elementi governati dall'ambiente. Queste decisioni erronee sono in conflitto con le leggi della natura e sono, di fatto, crimini contro il nostro benessere. Creando disarmonia nel nostro rapporto con la natura, creiamo così disarmonia interna, la cui conseguenza naturale è la malattia.

Quando l'intelletto si divide dal tutto, la mente si indebolisce e la scelta sbagliata porta alla malattia. Esempi sono l'ubriachezza e il fumo. Puoi leggere un chiaro avviso di salute su ogni pacchetto di sigarette. Tutti sanno che l'alcool e il tabacco indeboliscono il sistema immunitario e causano una serie di gravi malattie. Nonostante ciò, molti continuano a bere e fumare - a loro danno.

Il secondo motivo: abuso di sentimenti
(Asatmya indriadha samyog)

Quando perdiamo la chiarezza (la componente sattvica), la mente perde la capacità di prendere decisioni che aiutano a sostenere la vita e iniziamo a usare i sentimenti a nostro danno. Dopo tutto, i sentimenti possono essere sovraccaricati, affamati o avvelenati dalle tossine emotive. Secondo l'Ayurveda, l'uso improprio dei sensi è la seconda causa di malattia. L'uso improprio dei sensi indebolisce la loro funzione protettiva e questo può influenzare la mente e il corpo. Da questa influenza la chiarezza (sattva) si indebolisce ancora di più, c'è uno squilibrio di dosha e si forma l'amore (cattiva salute).

La terza ragione: l'impatto del cambiamento stagionale / climatico
(Parinam)

La malattia (ama) compromette la capacità dei dosha di lavorare in modo armonioso ed efficace. I Dosha perdono la loro naturale funzione di adattamento e non possono più adattarsi ai cambiamenti climatici o alle stagioni, per rispondere correttamente ai bisogni del corpo derivanti dai cambiamenti nell'ambiente. Di conseguenza, c'è ancora più salute (s), nuovi semi della malattia vengono seminati. Nell'Ayurveda, l'incapacità del corpo di adattarsi alle nuove condizioni è chiamata Parinam, che significa "l'effetto degli elementi sul corpo". Parinam è considerata la terza causa di malattia.

Nonostante il fatto che la causa principale della malattia siano gli errori dell'intelletto (prajna aparadha), tutti e tre questi fattori interrompono l'armonia degli elementi che governano la natura e i dosha che controllano i processi fisiologici. Quando i ritmi della nostra vita non corrispondono ai ritmi della natura, lo stress, la cattiva digestione e lo squilibrio dei dosha sono un risultato naturale.

Non appena i dosha sono sbilanciati, aumenta il carico sia sullo yathar-agni (fuoco biologico responsabile del metabolismo) sia sul dhatu-agni (dove i dhatu sono i tessuti di base dell'uomo: pelle, muscoli, grasso e agni) aumenta. - fuoco digestivo). Il fuoco digestivo indebolito peggiora il cibo in nutrienti. Di conseguenza, si forma la cattiva salute (ama) e i tessuti del nostro corpo (dhatu) non ricevono un'alimentazione sufficiente. Quando le tossine si accumulano nei tessuti e c'è una mancanza di nutrizione, il sistema immunitario è disturbato. Il corpo inizia ad intensificare i patogeni, la moltiplicazione di virus e batteri, che sembrano preparare il palcoscenico per varie infezioni e malattie degenerative. Dal punto di vista ayurvedico, i patogeni stessi sono la seconda causa della malattia. In quasi tutti i casi, a livello fisico, la malattia si verifica a seguito di disfunzione e successivo sviluppo di conseguenze strutturali.

il testo: Dmitry Skopintsev
collages: Victoria Mayorova

Materiali simili

Materiali popolari

Sei salito versione beta sito web rytmy.media. Ciò significa che il sito è in fase di sviluppo e test. Questo ci aiuterà a identificare il numero massimo di errori e inconvenienti sul sito e rendere il sito conveniente, efficace e bello per te in futuro. Se qualcosa non funziona per te o vuoi migliorare qualcosa nella funzionalità del sito, contattaci in qualsiasi modo conveniente per te.
BETA