Il 90% della popolazione mondiale ha disturbi del sistema muscolo-scheletrico. I medici notano un aumento della malattia della schiena del 30% ogni 10 anni.

skopincev
Dmitry Skopintsev

neurologo, medico di famiglia, medico di Ayurveda, fitoterapista, fondatore e capo medico della clinica ayurvedica Salendula (Ungheria)

I disturbi muscoloscheletrici comprendono: scoliosi (curvatura della colonna vertebrale con inversione delle vertebre), cifosi (curvatura della colonna vertebrale verso la schiena), sporgenze, ernie intervertebrali, osteocondrosi e altro. Ognuno di essi provoca disagio e dolore. Di particolare nota sono le ernie dei dischi intervertebrali, che portano a gravi complicazioni - nevralgia, radicolite, cefalgia, sciatica, disturbi viscerali, disfunzione degli organi interni, parestesia, disturbi emodinamici

Quattro teorie di ernie intervertebrali

1Teoria meccanica

Quando l'impatto sulla colonna vertebrale non corrisponde alla funzionalità fisiologica dell'uomo. Quando solleviamo e trasportiamo pesanti cambiamenti meccanici si verificano nel tessuto cartilagineo. Carichi eccessivi danneggiano le piccole articolazioni e l'anello fibroso del disco. Prima o poi questo anello si esaurisce, compaiono microcracks e si verifica la disidratazione. Le cause meccaniche delle ernie intervertebrali comprendono anche lesioni e microtraumi, postura erroneamente formata dall'infanzia. Ma questa teoria non è andata oltre l'ipotesi, perché molte persone sono ferite, siedono in modo errato, ma non hanno ernie.

2Teoria metabolica

Il sistema muscolo-scheletrico, come qualsiasi altra materia, è costituito da molecole e atomi, nelle sue cellule sono costantemente processi metabolici. Quando il metabolismo è disturbato, si verificano cambiamenti in tutto il corpo sotto forma di mancanza di alcuni elementi e eccesso di altri. Il materiale da costruzione per il tessuto osseo sono gli osteoblasti e gli osteoclasti - quando il loro equilibrio, alcuni sostituiscono altri. Il dominio di alcune cellule su altre porta alla fragilità ossea.

Quando il metabolismo è disturbato, il tessuto adiposo cresce nel tendine connettivo. Nel tessuto muscolare viene raccolta una grande quantità di acido lattico che si indebolisce. Poiché la colonna vertebrale funziona attraverso il sistema muscolare, in questo caso non è in grado di sostenere peso e carico. Secondo la teoria metabolica, la cellula perde fluido dall'interno e negli spazi intercellulari che raccoglie e quindi si verifica l'edema.

Processi simili si verificano nel disco stesso: il disco vertebrale funziona a causa del fatto che sotto carico assorbe l'umidità dai tessuti circostanti. Ci sono enzimi di ialuronidasi, grazie ai quali il tessuto cartilagineo passa attraverso il corpo ghiandolare e il fluido, quindi il disco si allarga all'istante, resiste. Quando il metabolismo è disturbato, il fluido viene costantemente pompato da questo disco - dall'interno della cellula. Il disco si disidrata, si asciuga e si screpola. Porta anche a malattie della colonna vertebrale, tra cui ernie.

3Teoria dell'infezione

I ricercatori hanno realizzato un'istologia di una sezione di tessuto rimossa durante l'operazione di un frammento del disco. Lo studio ha dimostrato che è impregnato di vari virus, comprese le infezioni da herpes. Ciò ha permesso ai medici di concludere che in qualsiasi processo infiammatorio, i virus compaiono nei tessuti della colonna vertebrale. Quando l'herpes è attivo, raggiunge i legamenti lungo i tronchi nervosi, causando infiammazione e con esso cambia nei tessuti. Questa teoria ha anche il diritto di esistere. Ad esempio, malattie infettive gravi come brucellosi, tubercolosi, distruggono la cartilagine delle piccole articolazioni e così via.

4Teoria genetica

Esiste anche la predisposizione ai primi cambiamenti nella colonna vertebrale. È stato osservato che alcuni bambini sviluppano un abbassamento precoce. Se questi cambiamenti sono moltiplicati per problemi ambientali, gadget, ipodinamica, sarà sufficiente che le violazioni diventino più complicate e si sviluppino.
La maggior parte degli specialisti in malattie della colonna vertebrale è incline a credere che l'ernia intervertebrale sia una malattia polietiologica che comprende tutti e quattro i fattori.

L'ernia viene trattata o operata?

Venti anni fa, quando è stata avviata la risonanza magnetica, un paziente con diagnosi di ernia è stato immediatamente inviato per un intervento chirurgico. Ma nel tempo, gli specialisti hanno iniziato ad affrontare le recidive postoperatorie. Allo stesso tempo, il numero di persone che hanno affrontato il problema senza intervento chirurgico stava crescendo. Tali situazioni hanno fatto domandare ai medici se l'intervento chirurgico è sempre appropriato? Se non c'è una forte compressione della radice, il pericolo di atrofia del tessuto muscolare e disfunzione somatica e i riflessi vengono preservati, si raccomanda un trattamento conservativo. L'indicatore assoluto prima dell'operazione è il sequestro dell'ernia con compressione stabile della radice (solo il 20% del numero totale di ernie è).

Sfatiamo un altro mito medico: un'ernia fortemente sporgente può essere curata con un contagocce o pillole. Esiste una tecnica quando a un paziente con dolore acuto viene somministrata un'infusione di sciatica. Ma questo viene fatto per alleviare l'edema. Le iniezioni di steroidi alleviano il dolore ed eliminano l'edema. Mentre il dolore viene alleviato, la colonna vertebrale si adatta a una curvatura stabile. Cioè, la persona è in uno stato di antalgia (in una posizione forzata), ma non sente dolore. Difficilmente è possibile chiamarlo un trattamento a tutti gli effetti. Per curare un'ernia, è necessario influenzare tutti i collegamenti di una patogenesi, considerando le caratteristiche costituzionali del paziente.

Piano d'azione

Per cominciare, le condizioni della colonna vertebrale, il suo equilibrio statico, la lunghezza delle gambe, come il peso corporeo distribuito, se ci sono spasmi muscolari e compressione delle terminazioni nervose, perché gli spasmi muscolari possono essere una reazione protettiva al processo infiammatorio. In effetti, le cause possono essere molte e devono essere affrontate. Come farlo? Scegli un set individuale di terapie.

1riflessologia

In questo caso, l'agopuntura si è dimostrata valida. L'effetto è stimolando i punti biologicamente attivi con aghi sottili. Le endorfine, che vengono rilasciate durante la procedura, influenzano le terminazioni nervose e alleviano il dolore. A seconda della profondità e dell'angolo di immersione dell'ago, vengono attivati ​​alcuni meccanismi per normalizzare il lavoro degli organi interni. Questo metodo di terapia influenza anche il movimento di energia lungo i meridiani, che elimina i suoi blocchi e armonizza il lavoro del corpo nel suo insieme.

2Massaggio

Questa è una componente obbligatoria del trattamento dell'ernia intervertebrale. I movimenti del massaggio devono essere delicati e delicati, senza forza, per evitare danni al disco causati da segmenti ossei. Nel periodo di esacerbazione e presenza di dolore acuto, questa procedura è esclusa.

3Blocchi terapeutici

Oggi, il dolore acuto è alleviato dall'iniezione. Il blocco eseguito correttamente è simile a un'operazione riuscita. È necessario iniettare tra due vertebre, avendo superato un'ernia e senza aver toccato un nervo. Se l'iniezione viene eseguita correttamente e l'ernia non ha sequestrato (il sequestro è una condizione in cui viene interrotta l'integrità del disco intervertebrale, la sostanza del nucleo del disco viene versata e completamente separata dal disco), il dolore si attenua lo stesso giorno. Il giorno successivo la persona si raddrizza e diventa possibile l'influenza meccanica su un segmento problematico del sistema muscolo-scheletrico. Novocaina, Lidocainum, Marcain e altri farmaci vengono utilizzati per i blocchi.

4Terapia metamerica

Lo sviluppo dell'embrione è segmentale. Innanzitutto, c'è il tubo spinale della colonna vertebrale, e da esso crescono tessuti e organi. Ogni segmento della colonna vertebrale ha i suoi metameri: aree della pelle (dermatoma), muscoli (miomeri), vasi sanguigni (vasomero), tendini, legamenti e periostio (scheletro), organi interni (viscerometro). A causa dell'impatto su di essi, puoi influenzare i segmenti della colonna vertebrale. Ciò può essere ottenuto introducendo farmaci nelle zone del recettore in dosi minime tropicali per questi tessuti. La sostanza iniettata ha un effetto diretto sul tessuto, inducendolo a reagire correttamente. Molto spesso, Cerebrolisini (idrolizzato di sostanza cerebrale rilasciato dalle proteine) viene utilizzato per questo scopo: corregge la sensibilità al dolore. Usa il farmaco Actovigan. A seconda della localizzazione dei disturbi motori, in una sessione vengono perforati 10-20 punti lungo i principali metameri.

5Chiropratica

Un lieve impatto manuale con le mani su determinate aree della schiena e delle gambe può alleviare la tensione muscolare, stimolare le funzioni dei muscoli rilassati, eliminare il dolore, il gonfiore e l'infiammazione, stimolare l'afflusso di sangue e i processi metabolici, nonché meccanismi adattativi. La cosa principale è aiutare a creare una ripetizione fisiomotoria dei movimenti (stereotipi).

6Ginnastica terapeutica

Una delle principali cause di tali disturbi nel sistema muscolo-scheletrico è uno scheletro muscolare debole. Pertanto, il compito principale è quello di rafforzare i muscoli estensori. A seconda della posizione dell'ernia, il medico prescrive una serie individuale di esercizi. Le lezioni di ginnastica iniziano nel periodo acuto, aumentando gradualmente la profondità e l'intensità dell'esercizio.

Anche le lezioni di yoga sono efficaci (ma in questo caso la torsione è controindicata), Pilates (aiuta a ripristinare la mobilità delle vertebre, rimuove pinze e pizzichi), nuota (l'acqua rimuove il carico principale dalla colonna vertebrale e si distribuisce uniformemente in tutto il corpo, riduce il dolore), appesa a una barra orizzontale (si verifica) aumento dello spazio intervertebrale, che riduce la pressione di protrusione sui tessuti nervosi e muscolari, ma le persone in sovrappeso che questo esercizio è controindicato), la kinesioterapia (eseguendo esercizi su un simulatore speciale; alcuni movimenti riducono la sporgenza, la colonna vertebrale mantiene la sua forma naturale). Tutti gli esercizi devono essere eseguiti con un istruttore.

Proibito da panca, sollevamento pesante verso l'alto, esercizi su gambe dritte (sovraccarico per dischi intervertebrali), allenamento della forza, corsa (i dischi intervertebrali non affrontano la funzione di ammortizzazione, che provoca deformazione), torsione (i movimenti nella regione lombare portano al serraggio dell'addome).

7Fitoterapia

Poiché il trattamento dovrebbe essere complesso, è necessario fare a meno dei farmaci. L'unica domanda è: quali? Prima di tutto, vengono prescritti sedativi per lenire e alleviare il dolore nelle terminazioni nervose, inclusi i muscoli paravertebrali della schiena. Ciò riduce la pressione sul disco intervertebrale e rimuove tutte le sindromi concomitanti. I diuretici sono anche necessari per rimuovere il liquido in eccesso dagli spazi intercellulari e dal corpo nel suo insieme, cioè per alleviare l'edema. In questo caso, le medicine a base di erbe ayurvediche hanno un lieve effetto sul corpo senza causare effetti collaterali. Le medicine di erbe rafforzano il sistema nervoso, e in particolare i muscoli paravertebrali della schiena. Ciò riduce la pressione sul disco intervertebrale e rimuove tutte le sindromi concomitanti.

8Аюрведа

L'Ayurveda ha un vasto arsenale di strumenti in grado di riparare i tessuti danneggiati. L'effetto sedativo ha un farmaco basato sulla pianta jatamansi. L'infiammazione è alleviata da mela panna acida o salsa (Annona Muricata), achillea (Gentiana). C'è un altro vantaggio: le sostanze a base di erbe sono in grado di ripristinare la cartilagine danneggiata o il tessuto osseo, influenzare gli osteoblasti e gli osteoclasti possono essere con l'aiuto della pianta Google (Commiphora wightii), della mummia, della boswellia (Boswellia serrata) e altro ancora.

9Panchakarma

Per rendersi conto della necessità di purificare il corpo, è necessario elencare le circostanze in cui è impossibile curare un'ernia.

1. Con flatulenza cronica - quando lo stomaco è costantemente gonfio. L'arteria e la vena che attingono il sangue dal bacino, attingono il sangue dalla colonna lombare. La flatulenza è sempre una stagnazione di sangue nel bacino, e quindi nella colonna vertebrale. In questo caso, il trattamento dovrebbe essere finalizzato all'eliminazione di tali fenomeni.

2. Con sindrome metabolica. Pressione addominale (grande addome riempito di tessuto adiposo e stretto come un tamburo), dislipidemia (disturbi del metabolismo dei grassi con successiva infiltrazione nei tessuti), alterazioni aterosclerotiche dei vasi sanguigni, iperglicemia, disturbi metabolici (gotta e iperuricemia) - tutti questi disturbi. associato alla sindrome metabolica. In sua presenza, l'ernia può essere trattata solo in modo sintomatico - alleviando il dolore, alleviando la condizione. All'atto di normalizzazione di un metabolismo l'eliminazione di ernie è possibile.

Molto spesso ci vengono avvicinati da pazienti con ernie e sporgenze nella colonna cervicale. Di norma, queste persone provano un incredibile disagio: dolore al braccio, rigidità del collo, dolore nella parte posteriore della testa, disturbi del sonno, gonfiore del viso, una persona non può vivere e lavorare completamente. Vengono nella nostra clinica dopo un ciclo di infusioni di sciatica e iniezioni di steroidi, sullo sfondo del quale si sono sviluppati mal di stomaco, iperacidosi (alta acidità), edema. Il trattamento della sindrome metabolica con l'aiuto di procedure di pulizia nelle prime fasi consente di eliminare il mal di schiena. Naturalmente, un approccio integrato è importante. Il nostro trattamento delle ernie intervertebrali comprende anche la terapia al plasma, le iniezioni di collagene per le articolazioni, la terapia con elettroerosione, che consente di rimuovere gli osteofiti sulla colonna vertebrale. Questo è l'unico modo per influenzare tutte le parti della patogenesi dell'ernia intervertebrale e quindi ottenere una remissione stabile, che consentirà al paziente di condurre una vita piena. Il corso per raggiungere il risultato dovrebbe essere di 21-28 giorni. E a volte più a lungo.

Materiali simili

Materiali popolari

testo

testo

il testo: Dmitry Skopintsev
collages: Victoria Mayorova

Sei salito versione beta sito web rytmy.media. Ciò significa che il sito è in fase di sviluppo e test. Questo ci aiuterà a identificare il numero massimo di errori e inconvenienti sul sito e rendere il sito conveniente, efficace e bello per te in futuro. Se qualcosa non funziona per te o vuoi migliorare qualcosa nella funzionalità del sito, contattaci in qualsiasi modo conveniente per te.
BETA