L'esperta di media digitali Devorah Heitner svela il segreto per costruire un sano rapporto con la tecnologia. Devora racconta come puoi aiutare i tuoi figli a sviluppare il giusto rapporto con la tecnologia, soprattutto perché la pandemia ha dato loro nuovi ruoli: insegnanti, bambinaie e genitori.

Deborah Heitner

ottimista tecnologico, autore di Screenwise: How to Help Children Prosper (and Survive) in Their Digital World. Ha trascorso tutta la sua vita studiando i media digitali e tenendo conferenze nelle scuole, con genitori e figli, su come la tecnologia influisce sulla loro vita quotidiana:

I gadget sono dannosi per i nostri bambini e tutto il tempo trascorso davanti allo schermo ha lo stesso effetto?

Vale la pena abbandonare il termine "tempo sullo schermo" perché non descrive come utilizziamo i nostri gadget. Dimmi, se usi l'app per aprire una ricetta per la cena, hai passato il tempo sullo schermo? Questo significa che oggi non puoi più guardare la serie sulla piattaforma con i tuoi figli? Questo non è un modo molto costruttivo di pensare ai dispositivi elettronici. 

La questione degli effetti che i gadget hanno sui bambini dovrebbe essere considerata da questo punto di vista: in quale capacità i nostri bambini usano la tecnologia e cosa ne fanno. 

E questo è un vero mal di testa per i genitori. È molto più facile vedere se usano il gadget o no? Giocano ai giochi da tavolo con me perché sono un buon genitore e ho abbastanza tempo per tutto nel mondo? Oppure usano un gadget e poi devo sentirmi in colpa perché mi è stato detto che se i bambini usano troppo i dispositivi mobili, significa che sono un cattivo genitore.

C'è molta pressione morale sui genitori

Tengo lezioni nelle scuole e le persone spesso dicono: "Potresti semplicemente dire che non puoi dare iPhone alla quinta elementare?" Le persone vogliono regole chiare e comprensibili. E la mancanza di un approccio universale in questi giorni è problematica per i genitori. Hanno paura di parlare del problema dei bambini che usano i gadget perché non vogliono essere condannati. 

Questo problema è diventato particolarmente acuto durante la pandemia, perché tutti i bambini hanno l'opportunità di utilizzare una varietà di piattaforme, ma devi capire: "Il fatto che altri permettano o non permettano a tuo figlio di utilizzare dispositivi digitali non significa che devi farlo anche. "

Quando ero bambino, c'erano lunghi periodi di noia nella mia vita, ed è stato per loro che ho iniziato a leggere. Temo che il fatto stesso di avere dispositivi digitali, anche se hanno momenti "buoni" e "cattivi", significhi che i miei figli leggeranno meno e svilupperanno i propri interessi, perché lo schermo del dispositivo potrebbe sfarfallare, prendere vita e trasformarsi in Roblox (Roblox è una piattaforma online multiplayer che consente agli utenti di creare i propri e giocare a giochi creati da altri utenti) o qualcos'altro che è intrinsecamente più interessante di un libro.

Supponiamo che tuo figlio sia davvero interessato agli scacchi o al nuoto. Quanto tempo gli permetteresti di dedicarci, rispetto a qualcosa come i giochi Roblox su un computer? Probabilmente molto. Ma pensa a come Roblox gli permette di essere creativo e imprenditoriale. Come potresti incoraggiarlo in queste aree? E fagli anche sapere che pensi che sia bello.

Se hai un bambino che è davvero molto bravo a Roblox, perché non vantartene proprio come potresti vantarti di nuotatori o giocatori di scacchi?

Non è che non mi piaccia il desiderio di equilibrio, ma voglio insistere su quanto segue: ci sono persone il cui lavoro è sedere davanti allo schermo tutto il giorno e sviluppare ogni sorta di cose. Questo è il loro mondo reale. 

Consenti solo a te stesso di pensare che i tuoi figli stiano facendo al computer, qualcosa che è utile e richiesto dal mondo. E trova il modo per iniziare ad applicare alcune delle abilità che hanno acquisito.

Supponiamo che tuo figlio sia appassionato di programmi di cucina, sarebbe logico chiedersi: "Possono davvero cucinare qualcosa?" Quando si tratta di Roblox, puoi semplicemente insegnare a tuo figlio le basi di come funzionano i soldi e lasciargli contare come funzionano questi negozi Roblox. Oppure, se è più interessato al design, forse gli piacerebbe capire altri programmi di design? 

Come può essere espanso ed esteso oltre lo schermo, compresa la penna su carta?

Ciò ha senso. Perché quando penso ai miei figli e ai gadget del genere, non ho paura che passino molto tempo con loro. Ho paura che rimarranno bloccati nei loro dispositivi e dimenticheranno tutto il resto che possono fare.

La tecnologia è molto attraente. Qualcuno dirà che creano dipendenza e sono progettati per agganciare il tuo cervello e farti andare avanti. Ecco perché non siamo andati tutti a letto e abbiamo visto un altro episodio della serie. Ecco perché è così difficile rinunciare a YouTube. Non c'è alcun puntatore "fine" da nessuna parte. L'unica cosa che potresti fare è sperimentare mettendo in pausa i dispositivi digitali e spegnendoli di tanto in tanto. 

Ho iniziato a parlare con mio figlio di 11 anni del fatto che la tecnologia è progettata per attirare la nostra attenzione perché ai bambini piace essere più intelligenti degli scienziati. Quindi, se iniziano a pensare: "Wow, è davvero fantastico, ma ho il controllo della situazione e sono responsabile di come trascorro il mio tempo", allora un tale quadro può essere loro utile.

Un altro compito difficile può essere parlare con un bambino: “Wow, ho notato che passo molto tempo a Zillow alla ricerca di un nuovo appartamento. Quindi cercherò di prendermi una settimana di ferie a Zillow, perché ci passo troppo tempo ". E poi suggerisci: "Sai, passi molto tempo su Amazon anche a guardare i Lego. Possiamo entrambi prenderci un giorno libero per una settimana? " 

Sarebbe ancora meglio se chiedessi a tuo figlio di scegliere ciò che pensi lo distrae e lo motiva di più. 

Se vuoi fare un altro passo verso una genitorialità radicale, chiedigli quale la tua gli piacciono meno le abitudini digitali. Se scegli la sua abitudine, forse lui sceglierà la tua. Mi piace l'idea di offrire questo a un bambino come una sfida.

Vale comunque la pena parlare di sicurezza

È bene dire: "Ascolta, non pensiamo che i dispositivi elettronici facciano male alla salute". Ma questo non ha necessariamente a che fare con chi o cosa c'è dall'altra parte di questi dispositivi.

Invece di riconoscere i gadget come il male assoluto, possiamo semplicemente discutere con i nostri figli di come trascorrono il tempo con i dispositivi elettronici.
Non possiamo controllarli ogni minuto. E soprattutto durante la scuola a distanza, ci sono molte cose che possono andare storte.

Voglio dire, ad esempio, che la pornografia fornisce loro idee completamente sbagliate e potenzialmente pericolose sul consenso al sesso e su come sono le relazioni sessuali.

Maggiore è l'accesso incontrollato alla tecnologia di tuo figlio, più attivo dovresti essere nella costruzione di un dialogo sulla pornografia, perché l'età media di vulnerabilità, quando i bambini sono particolarmente vulnerabili, è di 9 anni.

Oppure prendi la situazione attuale, il feed di notizie sembra dannatamente spaventoso. Vuoi che i tuoi figli guardino costantemente le notizie di persone che muoiono da sole a causa di questo virus? Questo è davvero un dialogo molto importante. Non possiamo semplicemente lasciare che i nostri figli vedano queste cose e non parlarne con loro, non chiedere cosa hanno visto e imparato.

Credo fermamente che il modo giusto di guardare ciò che vedono i tuoi figli sia fare da mentore, non controllo. Pertanto, usa sempre il dialogo e l'osservazione dei bambini e non cercare di spiarli con l'aiuto di mezzi tecnologici.

Tieni traccia dei tuoi figli, non solo con la cronologia del browser o altri software. Tuttavia, se tieni traccia della cronologia delle loro query o qualcosa del genere, lo farei apertamente e ne parlerei al bambino.

Pensa a tutte quelle persone che sono state salvate in un modo o nell'altro dai gadget, o meglio dalla connessione con la comunità online di persone che la pensano allo stesso modo. Pensa a un bambino transgender che non si suicida, ma trova invece una comunità su Internet. Pensa alle persone che hanno incontrato i loro partner in un'app di appuntamenti e non sono state lasciate sole. Qualsiasi strumento può essere utilizzato per il male, come fanno alcune risorse online, incitando i giovani alla violenza o coinvolgendo il movimento per la supremazia bianca. Ma questo non significa che lo strumento sia cattivo.

Dalla fonte: slate.com
Traduzione: Andrey Glushko
collages: Karina Grilyuk

Materiali popolari

Sei salito versione beta sito web rytmy.media. Ciò significa che il sito è in fase di sviluppo e test. Questo ci aiuterà a identificare il numero massimo di errori e inconvenienti sul sito e rendere il sito conveniente, efficace e bello per te in futuro. Se qualcosa non funziona per te o vuoi migliorare qualcosa nella funzionalità del sito, contattaci in qualsiasi modo conveniente per te.
BETA