Lavori molto più di 8 ore al giorno? E non ti fermerai? Tutti intorno a te dicono che devi prenderti una pausa o semplicemente riconsiderare il tuo equilibrio tra lavoro e tempo libero? Nel caso di persone che lavorano molto, le linee guida "Riposa di più!" efficace quanto per le persone depresse "Guarda com'è bello il mondo!" C'è una ragione psicologica per lavorare senza sosta. Parliamone.

Perché il tema dell'equilibrio tra lavoro e vita privata è diventato così popolare? Perché sempre più persone lavorano non solo durante una giornata lavorativa fissa di 8 ore, ma anche il resto del loro tempo libero, anche durante i fine settimana e le vacanze, le vacanze e le giornate di malattia. Allo stesso tempo, "sacrificando" il sonno, il cibo, i rapporti con amici e parenti così spesso e casualmente che diventa la norma. Ma gli stessi maniaci del lavoro non pensano di avere problemi. Forse è tutto veramente buono? Perché alcune persone lavorano 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX?

La pigrizia è davvero malvagia?

L'affermazione che la pigrizia è un male potrebbe essere apparsa nell'infanzia o nell'adolescenza. Una persona potrebbe giungere a questa conclusione da sola, osservando ciò che la circonda, tracciando conclusioni su chi aveva quale standard di vita, e dove, da chi e per quanto tempo ha lavorato. Forse i regali di compleanno più costosi sono stati dati solo dallo zio Vitya, che è corso per mezz'ora, perché ha sempre detto che aveva molto da fare e si è affrettato a lavorare. È possibile che fin dall'infanzia ci fosse un modello davanti ai suoi occhi, quando sua madre ha aspettato per anni che suo marito trovasse finalmente un lavoro, mentre lavorava per due. Se la famiglia del maniaco del lavoro era a basso reddito e solo attraverso un lavoro instancabile era possibile guadagnarsi da vivere bene, trasferirsi in una città migliore, pagare per l'istruzione, ecc., Il programma fissato in una persona è assolutamente logico: "Vivere bene = lavorare sodo".

Molte persone di successo, e coloro che si sono "fatti da soli", ammettono di avere un potente motivatore che, come il fuoco eterno, non "brucia". Dicono che hanno paura di tornare alle realtà da cui hanno iniziato il loro viaggio. E questo ricordo è il miglior stimolo. Coloro che hanno soldi per tutto quello che vogliono possono dire che la felicità non riguarda i soldi. Pertanto, la prima ragione del maniaco del lavoro è il desiderio di fare più soldi.

Non ci piace, e il tempo è così?

Cosa mettiamo ora nella parola "lavoro"? È giunto il momento in cui puoi lavorare, studiare, aumentare il tuo livello di carriera, guadagnare soldi, sempre e ovunque. Dal telefono alla metropolitana puoi approvare un progetto che cambierà la vita di migliaia di persone. Vai agli incontri con persone interessanti, intervista, ricevi pagamenti e interessi da parte del pubblico. E chiamiamo tutto questo lavoro. Ma il lavoro ha ora assunto un significato completamente nuovo rispetto a 20 anni fa. Il lavoro è diventato più veloce e ha iniziato a raggiungere sempre più persone con meno tempo ed energie. Anche il livello di concorrenza è aumentato.

Pertanto, la ragione di ciò che viene chiamato maniaco del lavoro potrebbe essere che cerchiamo di avere una maggiore influenza sul nostro sviluppo e reddito, avendo risorse identiche (o quasi) con persone di successo: l'accesso a Internet. Leggiamo storie di startup che sono riuscite a entrare in piattaforme internazionali di crowdfunding e ad aumentare gli investimenti per realizzare i loro sogni. Applicando le notizie "clip" (ovvero, non vediamo l'intero quadro dall'inizio alla fine, ma solo alcuni frammenti della situazione) sulla nostra vita, diventiamo più esigenti con noi stessi. La situazione si chiude con la decisione di lavorare di più, perché ci siamo posti un livello elevato.

Internet ci offre uno spazio completo di opportunità che è come la roulette in un casinò. In un attimo, puoi spegnere un laptop con un affare da un angelo d'affari dall'altra parte del globo e ore o giorni senza l'opportunità di essere in un cappello magico, da cui puoi ottenere tutti i doni del mondo, ci mette in depressione e attacchi di panico. C'è la sensazione che ci sia mancato qualcosa di veramente importante, che non abbiamo portato via tutte le opportunità che erano destinate a noi. Quindi è necessario ipercompensare il tempo trascorso in vacanza. Pertanto, i maniaci del lavoro, tornando dalle vacanze, iniziano avidamente a recuperare ciò che hanno perso.

Le buone notizie per i maniaci del lavoro: quando dovresti davvero smettere di lavorare?

  • Quando arrivano le scadenze, inizia o continua un importante progetto che richiede davvero attenzione e coinvolgimento.
  • Quando hai ispirazione e illuminazione. Andare a letto o cucinare quando mi è venuta in mente un'idea o una soluzione a un problema obsoleto è nata spontaneamente? Cos'è questo, se non un crimine? Lavorare nel flusso è altamente efficiente quando il tempo passa inosservato e la persona non si sente stanca. Artisti (artisti, poeti e scrittori, ecc.) E atleti che non avvertono dolori muscolari in una determinata fase dell'allenamento sono ben consapevoli del lavoro svolto nel flusso. Ma, naturalmente, lo sport e l'arte non limitano l'opportunità di entrare nel lavoro produttivo ispirato di un uomo d'affari, project manager e carpentiere.
  • Quando si presenta la possibilità, è raro. Ad esempio, quando sei in vacanza, ma ti viene chiamato l'arrivo di un grande cliente e se vieni urgentemente alle trattative, otterrai una buona percentuale del progetto. È razionale che i piani a lungo termine siano più redditizi del sole e del mare qui e ora. Ma assicurati di pesare tutto «per» che «contro» tale interruzione e discutere la decisione con i propri cari.

Come mantenere un atteggiamento salutare nei confronti del lavoro

Quando lavori a lungo su un progetto, è utile condurre un autocontrollo per vedere se è il momento di cambiare le condizioni.

  1. Hai preso le misure che avevi pianificato?
  2. Hai ottenuto il risultato che hai fissato come obiettivo all'inizio del lavoro?
  3. Come ti senti nel lavoro finale, dopo aver raggiunto il risultato? E cosa hai provato nel processo? Se c'è una differenza, perché?
  4. Ti piace quello che fai? Cosa ti ha procurato maggiore soddisfazione durante il processo e qual è il minimo?
  5. Puoi aumentare la quantità di ciò che ti piace davvero fare?
  6. Cosa ti sei perso al lavoro? Forse assistenza tecnica, supporto da parte della squadra o dei propri cari, premi in finale?
  7. Annota le conclusioni che hai ricevuto mentre lavoravi al progetto. Perché hai imparato? Cosa hai imparato sulle persone e su te stesso?
  8. Scrivi i tuoi risultati. Cosa ti ha reso più forte?

Cosa ti serve davvero per rilassarti

Per rilassarsi, è necessario modificare i formati delle attività. Riposo - non sempre dalla parola "pace". Abbastanza spesso è necessario dare riposo al resto.

Per gli impiegati, la migliore vacanza saranno gli sport attivi o le escursioni nella nuova città. E per le persone che lavorano molto fisicamente, è logico supporre che una vacanza con una spiaggia possa essere più desiderabile.

Combina e alterna il lavoro intellettuale con quello fisico. Costruisci motori in ufficio o fai delle passeggiate dall'ufficio prima della fase successiva del lavoro pianificato.

Stiamo lavorando sodo o non abbastanza? Queste cose sono così individuali e tali che possono solo essere confrontate, mettendo in contesto, condizioni, scopo, risultati. Quindi forse è molto più importante chiedere cosa rende felici tutti noi e fare proprio questo.

il testo: Natalia Burylo
collages: Victoria Mayorova

Materiali popolari

Sei salito versione beta sito web rytmy.media. Ciò significa che il sito è in fase di sviluppo e test. Questo ci aiuterà a identificare il numero massimo di errori e inconvenienti sul sito e rendere il sito conveniente, efficace e bello per te in futuro. Se qualcosa non funziona per te o vuoi migliorare qualcosa nella funzionalità del sito, contattaci in qualsiasi modo conveniente per te.
BETA