La malattia autoimmune è un'epidemia moderna della società. Oggi ci sono più di 100 malattie autoimmuni e l'AARDA (American Association for Autoimmune Diseases) stima che 50 milioni Gli americani hanno una o più malattie autoimmuni.

Ma perché sta succedendo questo? Sebbene un terzo del rischio di sviluppare malattie autoimmuni sia provocato dalla predisposizione genetica, gli altri due terzi sono dovuti alla dieta, allo stile di vita e all'ambiente.

Gli esperti riconoscono che determinati fattori dietetici, scelte alimentari e stili di vita sono fondamentali per le malattie autoimmuni. Significa anche che possiamo gestire e curare le malattie autoimmuni regressione semplicemente cambiando la dieta ed essendo più consapevoli del sonno, dell'attività e dell'esercizio fisico.

Contenuto dell'articolo:

  • Che cos'è l'AIP?
  • In che modo l'AIP è diverso dalle altre diete?
  • L'idea, l'obiettivo, la strategia e il focus dell'AIP
  • Come funziona il protocollo autoimmune AIP
  • Chi è adatto e chi non è adatto per AIP
  • Pro e contro della dieta AIP
  • Ricerca e potenziale
1 Che cos'è l'AIP?

Il protocollo autoimmune (AIP) è un approccio complementare al trattamento delle malattie croniche, incentrato sulla fornitura all'organismo di risorse alimentari necessarie per il funzionamento equilibrato del sistema immunitario, degli ormoni, dell'intestino e per aiutare i tessuti a guarire, e allo stesso tempo spostare gli stimoli infiammatori dalla nutrizione e dall'immagine. della vita. Cioè, la dieta AIP forma una dieta equilibrata e completa, evita cibi raffinati e trasformati e calorie vuote, e nello stile di vita AIP incoraggia: sonno adeguato, gestione dello stress e attività - come stimolatori inseparabili del sistema immunitario. Si ritiene che il cibo contenga due tipi di componenti: quelli che promuovono la salute (sostanze nutritive) e quelli che ne compromettono la salute (composti infiammatori). Sebbene esistano anche tipi di ingredienti che non rafforzano o danneggiano la salute, non vengono utilizzati per valutare i benefici e il valore del cibo.

Esistono più di cento malattie autoimmuni confermate e un numero significativo di malattie di origine autoimmune (elenco completo qui). La causa principale di tutte le malattie autoimmuni è la stessa: il sistema immunitario, che dovrebbe proteggerci dall'invasione di microrganismi, si ribella a noi e attacca le nostre proteine, cellule e tessuti. Ma quali proteine, cellule e tessuti vengono infuocati, determina la malattia autoimmune e i suoi sintomi. Ad esempio, nella tiroidite di Hashimoto, la ghiandola tiroidea viene attaccata, nell'artrite reumatoide, nei tessuti delle articolazioni e nella psoriasi, le proteine ​​all'interno degli strati delle cellule che sono contenute nella pelle.

Come può il sistema immunitario diventare confuso e attaccare il proprio corpo? Si scopre che l'autoimmunità (la capacità del sistema immunitario di attaccare i tessuti nativi) è un "incidente" relativamente comune. Circa il 30% delle persone avrà livelli misurabili di autoanticorpi (anticorpi che si legano a determinate proteine ​​del nostro corpo anziché (o in aggiunta a) un antigene - una proteina estranea) nel sangue in qualsiasi momento.

Questo fallimento è così comune che il nostro sistema immunitario ha la possibilità di fare diversi errori nel rilevare e sopprimere l'autoimmunità. Ciò che accade in una malattia autoimmune non sono solo i casi di autoimmunità, ma anche il rifiuto del sistema immunitario stesso di combattere e accumulare così tanti danni nelle cellule / nei tessuti che si manifestano come sintomi della malattia.

Questa catena (che termina in una malattia autoimmune) è il risultato dell'interazione tra i tuoi geni e l'ambiente. Questa è la tempesta ideale di fattori in cui il sistema immunitario cessa di distinguersi (il nostro corpo) dall'occupante. L'AIP è una strategia che utilizza la dieta e lo stile di vita per regolare il sistema immunitario, fermare questi attacchi e consentire al corpo di guarire.

2 In che modo l'AIP è diverso dalle altre diete?

La differenza tra il protocollo autoimmune e altri schemi dietetici è che l'AIP traccia una linea tra "sì" e "no" per ottenere la massima quantità di composti sani nella dieta e ridurre il numero di quelli dannosi. Le persone intere o più sane possono tollerare cibo meno ottimale e permetterselo, a differenza delle persone con cattive condizioni di salute. Il protocollo autoimmune può essere visto come una versione economica di altre strategie dietetiche basate sull'evidenza.

Il protocollo autoimmune si concentra su alimenti densi ricchi di sostanze nutritive (frattaglie, frutti di mare, verdure). Tuttavia, l'AIP esclude gli alimenti che sono ammessi nel tipico Paleodiet e stimolano il sistema immunitario o danneggiano l'intestino: in particolare la belladonna (pomodori, peperoni, ecc.), Nonché uova, noci, semi, alcool.

3 Lo scopo, l'idea, la strategia e il focus dell'AIP

Lo scopo dell'AIP è di reintegrare il corpo con sostanze nutritive, evitando qualsiasi alimento che contribuisca alla malattia o ostacoli gli sforzi del corpo per il recupero. L'AIP è una strategia che elimina i prodotti che frenano la nostra salute. L'AIP prevede inoltre che categorie remote di alimenti che presentano ancora determinate preferenze dietetiche possano essere reintrodotte nella dieta. L'AIP non è un ergastolo, ma uno strumento che fornisce una comprensione di come il nostro corpo risponde ai cibi, agli stili di vita, all'ambiente e tiene conto dei singoli problemi di salute.

L'idea di AIP è che si tratta di un approccio olistico alla salute e non si limita alla dieta, ma si concentra anche su altri fattori della vita che sono importanti per i gestori della funzione immunitaria: l'intestino e gli ormoni.

Il focus dell'AIP: sonno adeguato, gestione dello stress, prevenzione della fatica e sforzo eccessivo, conducendo uno stile di vita attivo. Tutti questi fattori e le loro connessioni influenzano direttamente il microbioma intestinale e il sistema immunitario:

  • stress cronico + sforzo eccessivo - aumenta la permeabilità intestinale;
  • sonno + livello di stress + attività: i principali responsabili degli ormoni;
  • stress + affaticamento: rende il corpo più vulnerabile all'infiammazione;
  • gli aspetti regolatori del sistema immunitario sono più attivi quando dormiamo e la qualità del sonno è associata allo stress;
  • comunicazione + tempo in natura al contrario contribuiscono alla salute del sistema immunitario e di altri sistemi.
4 Come funziona il protocollo autoimmune AIP

2 + 1 tipi di prodotti in AIP

Alcuni alimenti sono super alimenti per la dieta: contengono molti componenti utili (ad esempio: la maggior parte di verdure, frutti di mare e carne di organi, ovvero frattaglie) e pochi (o nessuno) che minano la salute.

Altri prodotti "perdono": mancano (o non hanno) componenti che rafforzano la salute e allo stesso tempo si riempiono di composti problematici. Esempi di alimenti "non vincenti" includono cereali senza glutine, arachidi e la maggior parte dei prodotti a base di soia.

Esiste anche un terzo tipo di prodotti dalla zona "grigia", tra i due estremi. Come i pomodori: contengono alcuni nutrienti, ma sono anche ricchi di numerosi composti che stimolano eccessivamente il sistema immunitario. I pomodori sono stati persino usati dai ricercatori nei vaccini, come adiuvanti .

Come funziona il protocollo autoimmune AIP

Il protocollo paleo-autoimmune funziona affrontando quattro aree chiave che sono fattori importanti nelle malattie croniche e autoimmuni. Sulla base di informazioni raccolte da oltre 1200 studi scientifici, queste linee guida sulla dieta e lo stile di vita dell'AIP mirano a:

1. Densità dei nutrienti. Il sistema immunitario (e, di fatto, tutti i sistemi del corpo) ha bisogno di molte vitamine, minerali, antiossidanti, acidi grassi essenziali e aminoacidi per il normale funzionamento. Carenze e squilibri di micronutrienti sono attori chiave nello sviluppo e nella progressione delle malattie autoimmuni. L'attenzione al consumo degli alimenti più nutrienti consente alle eccedenze sinergiche di micronutrienti di correggere carenze e squilibri sostenendo la regolazione del sistema immunitario, dei sistemi ormonali, dei sistemi di disintossicazione e della produzione di neurotrasmettitori. Una dieta ricca di nutrienti fornisce gli elementi costitutivi di cui il corpo ha bisogno per guarire i tessuti danneggiati.

2. Salute intestinale. La disbatteriosi intestinale e "intestino che perde" sono fattori chiave nello sviluppo della malattia autoimmune. Gli alimenti che sono raccomandati dal protocollo autoimmune supportano la crescita di livelli sani e una sana varietà di microrganismi nell'intestino. Gli alimenti che irritano o danneggiano la mucosa intestinale e la composizione microbica dell'intestino dovrebbero essere evitati. Invece, vale la pena scegliere prodotti che aiutano a ripristinare la funzione barriera dell'intestino e del microbioma e promuovono la guarigione.

3. Regolazione degli ormoni. Ciò che mangiamo, quando e quanto, influenza i vari ormoni che interagiscono con il sistema immunitario. Quando fattori dietetici (come cibi ricchi di zuccheri o spuntini regolari invece di pasti sani che vengono scomposti nel tempo) interrompono la regolazione ormonale e il sistema immunitario è esposto a loro (di solito stimolati). L'AIP è progettato per stimolare la regolazione degli ormoni e quindi il sistema immunitario. Gli ormoni dipendono anche da quanto dormiamo, da quanto tempo trascorriamo all'aperto, da quanto e dal tipo di attività che svolgiamo e dalla capacità di ridurre e gestire lo stress.

4. Regolazione del sistema immunitario, che si ottiene ripristinando una varietà sana e una quantità di microrganismi sani nell'intestino. E ripristinando la funzione di barriera dell'intestino, fornendo un numero sufficiente di oligoelementi necessari per il normale funzionamento del sistema immunitario e la regolazione degli ormoni chiave. La dieta e lo stile di vita AIP forniscono sia le risorse che la capacità di regolare il sistema immunitario. La regolazione immunitaria in combinazione con la guarigione dei tessuti è esattamente ciò che spiega la riduzione dei sintomi delle malattie autoimmuni.

L'infiammazione è un fattore in tutte le malattie croniche ed è un'area in cui il cibo può essere importante e cambiare molto. In alcuni casi, un sistema immunitario che non si regola correttamente causa la malattia; in altri casi, è solo un elemento della malattia o la causa della sua insorgenza. Ma l'infiammazione è sempre presente. Ciò significa che ridurre l'infiammazione e fornire al sistema immunitario le risorse necessarie e l'autoregolazione può aiutare con qualsiasi malattia cronica. Questo è importante perché l'infiammazione è influenzata in modo critico dalla nostra dieta, dal nostro buon sonno, dalla nostra suscettibilità allo stress e dalla nostra attività. Ecco perché le malattie croniche possono reagire in modo positivo e evidente ai cambiamenti nel nostro stile di vita.

È importante che il cibo abbia un potenziale terapeutico per qualsiasi malattia cronica, ma ciò non rende il cibo una cura. A seconda della malattia che stai cercando di combattere, della sua durata, della sua aggressività, nonché delle sue complicanze specifiche, i cambiamenti nella tua dieta possono portare a un pieno recupero o a un rallentamento della progressione della malattia. Questi sono i successi che valgono la lotta. Una buona dieta potrebbe non essere la panacea su cui contare, ma può aiutare.

Quando accetti i termini del protocollo autoimmune, le tue scelte alimentari si concentreranno sul consumo di nutrienti per mantenere il recupero. Questi sono prodotti che forniscono al corpo tutto ciò di cui ha bisogno per smettere di attaccarsi, riparare i tessuti già danneggiati e diventare sani. Questi sono: proteine, carboidrati, grassi - per il normale metabolismo, la costruzione di nuovi tessuti e la produzione di ormoni, importanti proteine ​​e molecole di segnalazione. Contiene anche una gamma di vitamine, minerali e antiossidanti liposolubili e solubili in acqua per eliminare l'infiammazione, regolare il sistema immunitario e mantenere il normale funzionamento di tutti i sistemi del corpo.

5 Chi è adatto e chi non è adatto per AIP

questo la dieta è adatta chiunque sia stato diagnosticato o sospettato di avere una malattia autoimmune. Una dieta priva di alimenti che irritano l'intestino, causano disbatteriosi e attivano il sistema immunitario. Ha abbastanza nutrienti e quindi l'alimentazione può essere rispettata per tutta la vita. Si noti che se la malattia autoimmune causa la sensibilità a determinati alimenti al di fuori del nostro elenco, vale la pena considerare.

La dieta non sarà adatta o potrebbe causare difficoltà per vegetariani e vegani. L'AIP comporta il consumo di carne e frattaglie e la rimozione di prodotti come legumi, soia e ombretti. E se i vegetariani e i vegani possono ancora far fronte al primo, quindi la rimozione dei legumi vitali, i semi di soia saranno più difficili perché sono una parte significativa della loro dieta.

6 Pro e contro della dieta AIP

Se parliamo del protocollo autoimmune, i pro ei contro di questa strategia possono essere combinati.

Contro: da un lato - questa è una dieta restrittiva, rimuove dalla dieta un elenco significativo e considerevole di alimenti familiari e convenienti, il che complica la transizione a questo tipo di cibo.

Ma, allo stesso tempo, il protocollo autoimmune è una dieta di eliminazione (la conformità al 100% con AIP è spesso chiamata fase di eliminazione). E reintrodurre i cibi che hai evitato fa parte di questa dieta di eliminazione per ottimizzare la salute per tutta la vita.

Ulteriori informazioni sulla reintroduzione, in particolare su come farlo, quando farlo e quali prodotti inserire per primi: qui.

Esiste un'esperienza comune quando una persona inizia a sentirsi così bene all'AIP che ha paura di provare la reintroduzione. Ma la reintroduzione è un passo fondamentale nel cammino verso la salute. Perché? Perché alcuni alimenti sequestrati (come uova, noci, semi, cacao e prodotti lattiero-caseari) hanno un valore nutrizionale significativo e possono migliorare la densità complessiva dei nutrienti nella dieta se ben assorbiti dall'organismo.

Inoltre, se hai flessibilità nella tua dieta - più è facile la vita, meno difficoltà a mangiare nei ristoranti o durante i viaggi, a una riunione di lavoro, a incontrare amici o in un'altra situazione sociale. E la conoscenza della tua percezione, che riceverai da ripetute presentazioni, offre nuove opportunità. Se la reintroduzione va bene, allora avrai nuovi alimenti che dovrebbero essere aggiunti alla dieta e quindi diversificati.

Gli svantaggi includono la difficoltà di reintroduzione. Mentre è importante capire che anche se avere una reintroduzione fallirà, saranno anche importanti informazioni che ti faranno conoscere i fattori e i prodotti che influenzano la tua malattia e la causano. In futuro saprai quali volti non dovrebbero essere incrociati.

Se la reintroduzione non va bene (cosa che accade, ma molto raramente), ricorda che l'AIP è un ottimo set di strumenti per il recupero e ora hai le capacità e le conoscenze per recuperare rapidamente. Torna al 100% AIP, regola il sonno e riduci l'attività finché non ti senti meglio.

7 Ricerca e potenziale

Basandosi su opere di oltre 1200 ricerca, L'AIP è supportato da prove provenienti da studi clinici.

Ora, il Paleo Approach di Sarah Ballantyne (PhD) è ancora l'ultima guida all'AIP, e la Guida alla guarigione autoimmune di Mickey Trescott (Mickey Trescott, NTP) e Angie Alt, NTC , CHC) - una risorsa che aiuta a seguire il protocollo autoimmune.

skopincev
Dmitry Skopintsev

neurologo, medico di famiglia, medico di Ayurveda, fitoterapista, fondatore e capo medico della clinica ayurvedica Salendula (Ungheria)

La medicina conosce un numero di malattie autoimmuni, ma ci sono anche un gran numero di reazioni che non sono incluse in alcune nosologico gruppi e non sono descritti da diagnosi specifiche, ma impediscono a una persona di vivere.

Il protocollo AIP mira a salvare una persona da questi problemi, ma ci sono alcuni "MA".

Innanzitutto, esistono numerosi prodotti che sono utili in termini di AIP, ma non sappiamo come il corpo di una persona reagirà, ad esempio, alla carne degli organi interni degli animali. Una persona può mancare di enzimi o altri enzimi necessari per scomporli. E per un tale gruppo di proteine ​​nell'uomo creerà un nuovo complesso immunitario. E il complesso immunitario è già un meccanismo sensibilizzante, irrita il sistema immunitario e lo rende più aggressivo. Se ciò accade due o tre volte, allora c'è un dominante nella memoria del sistema immunitario (perché ci sono alcune cellule e molecole che sono portatori di memoria). Il sistema immunitario ricorda che c'è stata una tale reazione a un determinato prodotto e quando il prodotto entra di nuovo nel corpo, c'è aggressività sul suo tratto gastrointestinale. La scienza conosce i principali prodotti per i quali si verifica l'autoimmunità (lattosio, glutine, ecc.). La complessità delle malattie autoimmuni è che nessuno può mai dire con certezza se una persona ha una reazione paradossale a un prodotto, anche dal protocollo.

In secondo luogo, è importante non mettere la dieta al centro di tutto. Perché la qualità di quei prodotti che sono inclusi nell'elenco (elenco delle diete) gioca un ruolo importante nell'alimentazione. Ci sono persone che mangiano facilmente il pane in Slovenia e non possono mangiarlo in Ungheria perché è pane diverso, grano diverso, che determina le glutine e come vengono percepite dall'organismo.

In terzo luogo, vale la pena considerare la forza del tratto digestivo. In alcuni, il tratto digestivo è in grado di gestire e smaltire tutto ciò che non è necessario - per fornire autopulizia. E in altri PT è così debole che può essere una fonte di complessi autoimmuni. La forza e l'efficienza del tratto dipendono dallo stato del sistema nervoso. E il sistema nervoso - dalle condizioni sociali, dalla costituzione umana, dal carattere, dallo stress.

Se una persona soffre di una malattia autoimmune, allora può provare la dieta AIP. Ma, come con qualsiasi malattia, i gruppi autoimmuni devono lavorare in modo completo - lavorare con la coscienza umana, lavorare con il sistema nervoso, ripristinare le condizioni sociali umane e capire che è necessario mangiare cibi di qualità e quanto il singolo corpo può digerire.

fonte: thepaleomom.com
Traduzione: Rhythms Media.ink
collages: Rhythms Media.ink

Materiali popolari

Sei salito versione beta sito web rytmy.media. Ciò significa che il sito è in fase di sviluppo e test. Questo ci aiuterà a identificare il numero massimo di errori e inconvenienti sul sito e rendere il sito conveniente, efficace e bello per te in futuro. Se qualcosa non funziona per te o vuoi migliorare qualcosa nella funzionalità del sito, contattaci in qualsiasi modo conveniente per te.
BETA