Quando i pensieri sono fastidiosi e incontrollabili - prenditi cura del corpo, cerca Dio e non è visibile - sali sulla montagna, la vita ha perso tutti i colori e i ritmi - poi ritrovati.

Una persona è alla ricerca di risposte alla domanda "perché". E con ogni risposta si immerge più in profondità nella storia dell'evoluzione e nella storia della vita sul pianeta Terra.

Il metodo di questa immersione è determinato individualmente. Alcuni scelgono di conoscere la vita attraverso la vita quotidiana, altri - attraverso l'arte, altri - si danno alla religione, alla filosofia o alla causa della vita. E qualcuno come il nostro eroe Maxim Shishkin, - esplora il mondo e se stesso attraverso la natura. Dopo tutto, è in grado di mostrare le cose come sono, bilanciare, insegnare, confondere e mostrare al creatore.

Esplorando la natura, le persone diventano archeologi della loro coscienza e, comprendendo se stessi, a volte afferrano le leggi dell'universo, cambiano l'ambiente e trasformano gli altri attraverso le loro azioni.

Ricerca sull'orlo della pratica spirituale

oggi Maxim Shishkin papà di due figli, web designer e blogger estremo. Una volta, vivendo nel Dnepr, sognava di fare film, scrivere musica, ma ha trovato il suo posto tra laghi ghiacciati, boschetti, sabbia, grotte e montagne. Dice che la natura è il miglior parco giochi della sua vita, che insegna anche ad essere sincero.

Fino al 2012, la sua vita mancava di "spezie", non sentiva la passione della vita. Ora ha 28 anni e 8 di loro hanno XNUMX anni Maxim indurisce il corpo: immerso in acqua fredda, corre attraverso il deserto e sperimenta il corpo nella giungla. Scrive di se stesso su Instagram: "Mi esploro in libertà, immerso nei suoi dettagli e principi".

5 anni fa, con due figli e un'amata moglie, l'uomo ha viaggiato per il mondo. Ora contano più di 37 paesi. Durante l'indurimento usa il suo metodo 80/20, dove 80 presta attenzione all'indurimento e 20 - all'estremo. Nel 2017, Maxim ha percorso 100 chilometri attraverso il deserto del Sinai in 14 ore e 25 minuti. Ora si sta preparando a nuotare sul Dnepr in kayak. La lunghezza del percorso raggiunge i 1100 chilometri.

La spiritualità siamo noi nelle situazioni di vita di emergenza, sono i nostri pensieri, il linguaggio, le azioni, i fattori umani interni.

La salute spirituale è uno stato dinamico, sete di vita e creatività, desiderio di conoscenza, conoscenza di sé, miglioramento di sé. La conoscenza di sé è parte integrante della salute spirituale di una persona.

L'autoconoscenza è la conoscenza della propria essenza, la scoperta di tratti sia negativi che positivi, nonché opportunità che possono servire allo sviluppo corretto, completo e armonioso dell'individuo. Questo processo è lungo, costante, complesso e individuale.

Considera la fauna selvatica, in un ambiente neutrale, senza complicazioni inutili, come l'ambiente più adeguato per l'indurimento.

- Studio me stesso in situazioni stressanti, in natura, perché non collega la mente umana. Alla fine, ho iniziato a capire che amo il contatto con lo stress. Adoro l'acqua fredda, le difficili circostanze che l'acqua dà. Se immagini che il corpo sia una cometa, dopo essere tornato nell'acqua fredda inizi a catturare scintille che volano dal suo volo.

Il freddo apre un percorso unico. Nella vita adulta, grazie all'indurimento, Maxim Shishkin impara ad ascoltare se stesso e ad apprezzare, non a ripetere qualcuno, ma a fare la sua scelta.

- Pratico il sentimento dei miei desideri, idee e la loro realizzazione. Voglio aprire tutto da solo, quindi non pratico nient'altro. È un brivido quando mi viene in mente una strana idea, come rotolare giù da uno scivolo di pietra. Allora capisco che questo è un pensiero sincero, e se me ne rendo conto, sarò più vicino a me stesso.

Diversi anni prima, Maxim praticava la "respirazione consapevole", trattenendo l'aria a lungo - "Mi ha messo in uno stato speciale di leggerezza, perché la saturazione di ossigeno influenza la coscienza". Ora sta cercando di sbarazzarsi di qualsiasi pratica, solo delle sue tecniche individuali.

- Le persone sono abituate a limitarsi allo stile di vita, alle pratiche e posso ascoltare qualsiasi cosa, esercitarmi in qualsiasi cosa. Tutto questo è una forma, e per me è importante che ci sia qualcosa di geniale in quella forma.

Cambia ogni giorno

Maxim si definisce un uomo che di tanto in tanto entra nella natura e trova lì una coscienza interessante. Dice che il primo stadio dell'unione tra uomo e vita si verifica quando una persona si trova in quello stato, e il secondo stadio - quando lo supera e ritorna nella società. Nel momento stesso della fusione, una persona non si associa completamente a chi è, perché sente il ronzio dell'integrità. E quando ritorna, c'è una sensazione di ispirazione. Una persona diventa reale perché capisce che non ha senso fingere.

- Tra la natura, l'uomo comprende lo stato delle cose e vuole rimanere se stesso. E la morte è un evento luminoso, e ne vedo il potenziale. Molte delle cose che faccio attraverso i filtri della morte eliminano ciò che è veramente importante.

Dice che studiare il suo mondo e la sua natura è diventato ambiguo.

- Il mondo è più complicato di quanto pensiamo quando ci sediamo in un posto e facciamo la stessa cosa per dieci anni. Dopo questa scoperta e sono diventato più complesso, posso cambiare rapidamente il mio punto di vista, perché le persone sono complesse, il mondo è complesso.

Chi e come altro si sono esplorati in natura:

62 anni ucraino, viaggiatore, specialista in estrema sopravvivenza solista Serhiy Gordienko. L'uomo è noto per l'acqua, la montagna, lo sci, l'escursionismo e la speleologia. È lui che ha alzato la bandiera ucraina al Polo Nord per la seconda volta nel 98.

Sergei Gordienko ha camminato lungo la costa dell'Antartide per 7 mesi. Quindi ha viaggiato attraverso il Nord Africa per sei mesi, attraversando il Sahara dal Marocco all'Egitto a temperature fino a + 50 gradi.

Extremal si era ammalato sull'Amazzonia, lungo la costa fino a Magadan, dove fu catturato in una tempesta di sei punti, quando dovette rimanere in una piccola barca per quattro giorni, per superare la paura, il freddo, i dolori del corpo per il fatto che gli arti quasi immobili erano gonfi. Viaggiato in Kamchatka, l'isola giapponese di Hokkaido. Gordienko fu il primo a percorrere l'intera BAM e nuotò sull'intero fiume Ob da Novosibirsk a Salekhard (4000 chilometri).

Lo scopo principale di tutti i viaggi dell'uomo era di raccogliere materiale sulla psicologia della sopravvivenza in condizioni estreme.

Come funziona il sistema naturale per milioni di anni, come fa l'oceano a creare onde, senza attenzione umana, come cresce un albero, come nasce un uccello, come vive una pietra per milioni di anni in un posto? La natura è mutevole. Questa complessità e imponenza, in contrapposizione al mondo primitivo delle persone, attira un uomo a fare cose sorprendenti e allo stesso tempo mortali ogni volta.

- Quando sento un potenziale complesso, mi rendo conto che c'è qualcosa di più complesso, più intelligente di noi. Mi attira. E quando mi sento a mio agio in natura, allora lo vedo come una ricompensa per pazienza e rischio. Quando sono in natura, sono solo e non cerco risposte che non esistono. Sto attraversando una fusione, questo è il ripetitore di parole di ciò che sento. Animali, persone, elementi - tutto da un atomo, da un inizio.

Chi e come altro si sono esplorati in natura:

Tra coloro che cercavano di confutare se stessi o Dio all'estremo c'era un medico, biologo e viaggiatore francese Alain Bombard. Nel 1952, attraversò l'Oceano Atlantico in un unico gommone che navigava dalle Isole Canarie alle Barbados (4400 chilometri) in 65 giorni.

Il bombardiere ha frantumato le convinzioni mediche e fisiologiche sulla morte e sullo scorbuto mangiando solo pesce crudo e plancton. Era la sua esperienza scientifica di sopravvivenza e la nascita di un nuovo uomo.

Nello stesso secolo, lo psicoterapeuta tedesco Hannes Lindeman decise di convincere il mondo che una persona con una psiche ben addestrata sopravvivrà anche in una situazione senza speranza. Un anno dopo, in kayak, attraversò la strada da Las Palmas all'isola di Saint Martin in 72 giorni.

Lindeman continuava a ripetere la formula dell'obiettivo: "Ci riuscirò". Dice che con questo pensiero si addormentò e si svegliò, era così allenamento autogeno.

Ambizione o ispirazione?

Lavorare nello stress ha portato in un uomo le qualità che ora usa nella vita di tutti i giorni: coraggio, pazienza, resistenza, concentrazione.

- È chiaro che le situazioni quotidiane non fanno paura e il dolore passa nel tempo. Quando una persona esce dall'acqua, non pensa più a ciò che sembrava importante prima. L'acqua dà un ripensamento alle cose e all'ispirazione.

L'indurimento è utile quando una persona è depressa, l'acqua ha un effetto molto denso sul corpo, lo avvolge e non rimane altro che disattivare il flusso di pensieri che hanno un effetto distruttivo sulla sua vita e godersi il momento di scaricare il cervello.

- Quando attraverserò il Dnepr, avrò una nuova esperienza, diventerò più voluminoso. Quando pubblico la mia foto in un lago freddo, non penso alla valutazione della gente, e quando la vedo, mi valuto come un personaggio che fa qualcosa di simile a me e mi dice: "Allora ero lì"! E quando scrivo un post, non decoro nulla, perché vedo davvero molta estetica in natura. Se cresco in un lago di ghiaccio, voglio unirmi a questa estetica.

Educare attraverso te stesso

La figlia maggiore viaggia per tutta la vita con loro in tutto il mondo, osserva le trasformazioni e gli esperimenti originali di suo padre e viene allevata, secondo suo marito, una persona libera che studia il mondo - studia se stesso. Ma finora solo grazie ai viaggi.

- L'istruzione è il trasferimento dei loro modelli di comportamento e sistemi di coordinamento al bambino. Vorrei non rovinare i miei figli. Credo che diventeranno indipendenti, perché la cosa peggiore per me è che si sentono picchiati e vivono le loro vite come un sogno. Sogno che saranno il più sinceri possibile in relazione alla loro natura interiore, e questa è una conseguenza della sincerità con la natura esteriore.

Chi e come altro si sono esplorati in natura:

Reinhold Messner è uno scalatore italiano che è stato il primo al mondo a conquistare tutti gli "ottomila" del mondo. Nel 1980, è stato il primo al mondo a conquistare l'Everest da solo, senza l'aiuto di attrezzature per ossigeno e ganci per l'assicurazione. Ora lo scalatore 43enne ha più di 3000 vette conquistate, circa 100 prime salite, 24 spedizioni verso le vette più alte e una serie di salite in solitario uniche.

Più tardi, Messner attraverserà i deserti, attraversando l'Antartide, la Groenlandia, il deserto del Takla Makan in Cina, raggiungendo i poli nord e sud e non si fermerà qui.

Montagna dopo montagna, spedizione dopo spedizione. Ne scriverà nei libri "La mia vita è sull'orlo", "Resta vivo" e altri.

Il movimento di ascesa alle altezze dell'evoluzione spirituale nasce dalla questione del "perché", e l'integrità è il punto finale. Quando le domande della mente mutevole e irrequieta si placano, l'uomo inizia a creare la vita intorno a se stesso e si fonde con il Creatore, per i ricercatori estremi, è l'ambiente naturale da cui crescono il corpo e lo spirito della vita.

il testo: Anastasia Salashna
collages: Victoria Mayorova

Materiali popolari

Sei salito versione beta sito web rytmy.media. Ciò significa che il sito è in fase di sviluppo e test. Questo ci aiuterà a identificare il numero massimo di errori e inconvenienti sul sito e rendere il sito conveniente, efficace e bello per te in futuro. Se qualcosa non funziona per te o vuoi migliorare qualcosa nella funzionalità del sito, contattaci in qualsiasi modo conveniente per te.
BETA