"L'uomo ha bisogno di un uomo" - probabilmente questa affermazione è stata studiata per molti anni e allo stesso tempo dimostra Dmitry Shamenkov. È uno psicofisiologo e fondatore del metodo di comunicazione e della scuola "Open Dialogue", che aiuta a migliorare i legami sociali. Gli abbiamo parlato delle relazioni interpersonali e del loro impatto sulla salute, dei social network, della vera amicizia e se l'isolamento sociale può davvero abbreviare le nostre vite.

La sfera delle relazioni interpersonali è fondamentale per la nostra salute. Riguarda l'interazione tra tutte le persone, tra la persona e i gruppi, una squadra, l'organizzazione, una società, lo stato. Dopo tutto, questa interazione determina il contesto in cui abbiamo la libertà di influenzare noi stessi e la nostra salute.

Sulle relazioni sociali come base della piramide dei bisogni

Se analizziamo, chiamiamo persino parole di comunicazione sulle malattie e spesso le descriviamo dal punto di vista delle relazioni. Quando sperimentiamo il tradimento, o abbiamo relazioni tese con i propri cari, diciamo "il cuore è spezzato", quando vogliamo fare qualcosa con qualcuno, diciamo "mi fa a pezzi".

Il fatto che l'isolamento sociale sia un importante fattore di rischio per la mortalità umana è un fatto scientificamente provato. La dott.ssa Julianne Holt-Lunstad della Brigham Young University (USA) ha pubblicato un articolo sull'impatto dell'isolamento sociale. Lo studio ha coinvolto oltre 30 milioni di persone e mostra che la perdita di fiducia tra le persone aumenta il rischio di morte prematura e il rischio di obesità in 3-4 volte. Le persone che vivono da sole hanno il 43% di probabilità in più di morire di infarto del miocardio e il 55% di infarto, e le donne socialmente isolate a cui è stato diagnosticato un cancro al seno hanno il doppio delle probabilità di morire rispetto a quelle che hanno persone care.

Questa influenza è correlata allo stress sociale: quando siamo soli e non abbiamo nessuno su cui fare affidamento, sperimentiamo eventi stressanti in modo diverso, il nostro livello di ormone di fondo è diverso.

Per noi è importante per natura essere in contatto con gli altri, cooperare. La cooperazione è la forza trainante dell'evoluzione. Per noi, lo stretto contatto e l'interazione è un fattore di sopravvivenza, più importante della sicurezza fisica e così via.

Al centro della piramide dei bisogni, invece, ci sono le relazioni sociali: intimità, contatto, sostegno. Pertanto, la perdita di questa relazione è molto traumatica. Se a una persona viene chiesto quale trauma ricorda di più, nominerà il trauma della relazione, raramente qualcuno menzionerà quello fisico.

Sullo sviluppo dei social network e il loro impatto sulla comunicazione

I social network e i messenger sono uno strumento geniale per la comunicazione e la sua accelerazione, è un'opportunità per raggiungere una persona dall'altra parte del pianeta. La comunicazione online aiuta a non sprecare energia nella comunicazione di routine. Un'altra cosa è che abbiamo iniziato a utilizzare i social network come mezzo per una "fiera della vanità".

Le persone diventano ostaggi di immagini virtuali che vengono ritrasmesse sui social network. Insegniamo solo ciò che è bello, accettabile e che ci piace. Questo crea un falso sfondo, l'idea illusoria di un'altra persona e la connessione tra persone reali viene interrotta. Per un contatto a lungo termine, abbiamo bisogno di eventi ed emozioni sia positivi che negativi al giorno: dobbiamo vedere l'intero spettro. Altrimenti, si scopre che distorciamo la realtà, quindi il vero contatto è perso.

In futuro, la comunicazione non diminuirà, aumenterà solo il livello di valore della comunicazione dal vivo. D'altra parte, nella sfera aziendale oggi una persona è connessa 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX ed è schiava dello spazio informativo. Questo non va bene, ma cambierà con l'introduzione dell'intelligenza artificiale: le solite opzioni che le persone ora eseguono saranno automatizzate. Quando l'automazione raggiungerà il suo apogeo, avremo una diversa comprensione della vita e una diversa focalizzazione su queste cose.

Cos'è la comunicazione di qualità e come misurarla

La base della comunicazione di qualità è lo scambio di immagini della realtà, che sono costruite sui sentimenti. Sentiamo ciò che sta accadendo nella realtà, condividiamo i nostri sentimenti e le nostre opinioni su di esso. In questo modo scambiamo i singoli modi di vivere e formiamo un'immagine integrale comune. Se lo scambio è sincero e onesto, arriveremo a un quadro generale della realtà in cui possiamo sostenerci a vicenda.

La qualità della comunicazione è una storia dimensionale. Esistono diversi strumenti e approcci. Il più famoso è il test dell'Organizzazione Mondiale della Sanità WHOQOL-100. Si tratta di un questionario standardizzato, che, oltre alla salute fisica e psicologica, può misurare anche il benessere sociale. È prezioso. Sebbene non possa esserci un unico approccio a tali misurazioni, è necessario selezionare uno strumento di soluzione separato per ciascun problema di comunicazione.

A livello di sentimenti, la qualità può anche essere determinata. Prima di tutto, fa bene alla salute. La comunicazione con il mondo esterno inizia con la comunicazione con se stessi. Il problema delle persone è che non capiamo e non viviamo i nostri sentimenti. Se sono reali, allora spesso proviamo a scappare da loro, considerandoli parzialmente inaccettabili, specialmente se questi sentimenti sono negativi.

PRATICA,

che aiuterà a sviluppare il benessere e l'intelligenza emotiva

Siediti in silenzio e metti da parte 45-50 minuti per stare da solo con te stesso.

Osserva cosa ti sta succedendo, quali sentimenti stai provando.

Informazioni sul dialogo aperto

Il dialogo aperto è quando il cuore è aperto, comunichiamo al suo livello, ci sentiamo l'un l'altro, c'è calore, contatto, compassione ed empatia. Questo ci consente di trasformare l'azione individuale in azione "Noi" come sistema. E c'è una comunicazione formale, quando le persone non lottano per uno stato olistico di "noi", e ciascuno in sé - un individuo. C'è un dialogo, ma i sentimenti interiori, la comunicazione emotiva al suo interno sono chiusi.

Cos'è:
Dialogo aperto?

Il dialogo aperto è una tecnica comunicativa che aiuta a migliorare la qualità delle relazioni sociali, a raggiungere un nuovo livello di comunicazione nella vita personale e negli affari, a realizzare i propri problemi reali e vedere modi per risolverli. Il metodo dell'Open Dialogue è stato sviluppato dallo psicofisiologo Dmytro Shamenkov, direttore del Centro Scientifico ed Educativo "Information and Social Technologies in Medicine" dell'Università Secheniv, autore di 28 pubblicazioni scientifiche e titolare di 18 brevetti in nanotecnologia, biotecnologia cellulare, medicina rigenerativa e fisiologia funzionale. Il metodo si basa sulla Teoria dei sistemi funzionali di Peter Anokhin e sulle ultime ricerche nel campo delle dinamiche evolutive, della biologia sociale e della neurofisiologia.

La metodologia di Open Dialogue si basa sulla necessità di creare un'immagine comune della realtà e degli obiettivi comuni, e solo allora un'azione congiunta. Ecco perché è necessario un sincero desiderio di non violenza.

Impariamo a non influenzare il destino di un'altra persona, ma a concordare ciò che vogliamo fare insieme. Se una persona segue sinceramente la pratica, non ci possono essere problemi. Ma l'esperienza mostra che molti considerano l'influenza sugli altri accettabile per se stessi. Ad esempio: ho imparato a parlare dei sentimenti, torno a casa e mio marito "si comporta male" e poi decido di esprimere i miei sentimenti in modo che cambi il suo comportamento. Questa è manipolazione, perché il mio compito non è influenzare un uomo e cambiare il suo comportamento, ma stabilire un dialogo con lui. L'obiettivo non può essere il desiderio di cambiare individualmente e indipendentemente il comportamento di un altro. La persona principale con cui ho a che fare è me stesso.

Avendo instaurato un dialogo con me stesso, porterò già grandi benefici al mondo, ci sarà un fulcro per i prossimi passi.

E il passo successivo è capire come insegnare ad altre persone. Spesso queste non sono le persone intorno a noi, ma quelle che risuonano. Siamo collegati con i nostri parenti per altri scopi, e per niente imparando e trasferendo conoscenze o abilità l'uno all'altro. Non possiamo costringere i nostri cari a sentire, capire e iniziare a mettere in pratica ciò che ho capito da solo, anche se è molto prezioso. Questa violenza contro un'altra persona non funzionerà. Una persona deve maturare ed entrare nel processo da sola. Questo vale non solo per la metodologia di Open Dialogue, ma anche per altre pratiche e sistemi di sviluppo.

Il retro della comunicazione

Le persone sono tentate di usare uno strumento di comunicazione per manipolare altre persone. Molti metodi hanno algoritmi: parlerai in un certo modo - si formeranno alcune relazioni. Tali algoritmi funzionano, ma non possono condurre allo sviluppo di relazioni a lungo termine che riempiono, danno forza ed energia, quindi distruggono la psiche umana e lo rendono socialmente impoverito.

Un'altra conseguenza del metodo del dialogo aperto è che lo stato di salute si espande. Avevamo un canale di sensazione impoverito, quindi iniziamo a vedere la realtà molto chiaramente e allo stesso tempo iniziamo a realizzarci a livello di grandi sistemi sociali, a livello di natura, a livello del mondo nel suo insieme. Stiamo iniziando a preoccuparci dei problemi che prima non ci davano fastidio: il riscaldamento globale, la spazzatura sul pianeta e così via. Per una persona che è venuta per risolvere il suo problema locale (diciamo per imparare a negoziare con qualcuno) un effetto del genere può essere una sorpresa, non sempre positivo. Dopotutto, c'erano abbastanza problemi, e qui stai cominciando a capire come tutto nel mondo è connesso e che tutti lo influenziamo. Questa quantità di informazioni, quando le persone iniziano a vedere di più, ascoltare di più, sentire di più, è stressante per alcune persone. Anche se continuo a vedere questa conseguenza come positiva. Avvertiamo le persone che la portata del sentimento sarà più ampia, che la persona amplierà la sua presenza nella vita. Dopotutto, se una persona inizia a comunicare meglio e in modo più efficace, ottiene più opportunità e inizia a realizzarsi meglio e di più.

A proposito di amicizia

Abbiamo problemi di empatia e di accettazione di un diverso punto di vista, dobbiamo imparare questo. La vera amicizia non è che una persona risponda costantemente alla mia visione della realtà, della fedeltà e non mi irriti. L'amicizia è quando abbiamo diversi punti di vista e allo stesso tempo ci permettiamo l'un l'altro di sentirci in modo completamente diverso, non estinguiamo i sentimenti di un'altra persona, siamo in grado di entrare in empatia. Avere opinioni diverse dalle mie evocherà sempre emozioni negative, ma questo non è nemmeno un problema. Se iniziamo a provare sentimenti complessi e negativi, permettiamo loro di esserlo, allora impareremo a capire quali emozioni e sentimenti negativi provano l'altra persona, e il contatto caldo verrà mantenuto. Se sono in grado di condividere i sentimenti di un altro, di non affrettarmi a trattarlo, a insegnargli, a bloccare le sue esperienze, allora sono in grado di entrare in empatia con lui. Questa fondazione è l'amicizia e le relazioni familiari.

Cosa è importante fare per te stesso

La cosa più importante che una persona può fare per se stessa è migliorare le sue comunicazioni e creare un ambiente sociale sano. Questo è un fattore importante per la sicurezza dello sviluppo e del successo nella vita. L'ambiente non deve necessariamente essere limitato e consistere in un piccolo e stabile gruppo di persone, ma al contrario - essere un ampio campo di interazioni sociali forti e deboli. Le relazioni sul lavoro possono essere forti e le comunicazioni, come un vicino con cui ho un rapporto affettuoso e di fiducia, possono essere deboli. Più interazioni così calde e produttive, meglio è per noi. Costruire questo vasto campo è la cosa più preziosa che possiamo fare per noi stessi.

È necessario sviluppare il dialogo interno con se stessi e con gli altri in parallelo. Il dialogo in un gruppo, ad esempio, aiuta a capire te stesso e quelle qualità che non avresti visto in cento anni di autoosservazione.

Cosa si può fare oggi

Per prima cosa, dovresti scusarti. Sappiamo sempre dove siamo e come ci siamo guadagnati da vivere. Devi trovare il coraggio di metterti in contatto con una persona e dire che aveva torto su qualcosa. Qualunque sia il feedback, anche se c'è molta negatività in risposta, devi ammettere tutto da solo, essere con esso, vivere. E anche - per ringraziare. Per tutte le comunicazioni e per quelle persone che erano in contatto con noi.

il testo: Alexander Ostanin
collages: Victoria Mayorova

Materiali simili

Materiali popolari

Sei salito versione beta sito web rytmy.media. Ciò significa che il sito è in fase di sviluppo e test. Questo ci aiuterà a identificare il numero massimo di errori e inconvenienti sul sito e rendere il sito conveniente, efficace e bello per te in futuro. Se qualcosa non funziona per te o vuoi migliorare qualcosa nella funzionalità del sito, contattaci in qualsiasi modo conveniente per te.
BETA